Netd@ys europe 2002

Sta per prendere il via la nuova edizione del grande evento on line europeo: scuole, università, enti e aziende sono chiamati a misurarsi con il tema dell'immagine elettronica e con le sue valenze educative e formative. Netd@ys Europe 2002 è un'iniziativa della Commissione Europea che vuole promuovere l'uso dei nuovi media nel campo dell'educazione e della cultura.Giunta ormai al sesto anno, Netd@ys segue lo stesso principio di fondo: promuovere i benefici dell'uso delle nuove tecnologie come mezzi educativi e risorse nel settore dell'istruzione.

Quando l'iniziativa è stata lanciata per la prima volta, nel 1997,   il principale obiettivo di Netd@ys era quello di richiamare l'attenzione del   pubblico sulle possibilità offerte dall'uso dei nuovi media (multimedia,   videoconferenza o nuove attrezzature audiovisive), dei suoni e delle immagini   quali risorse per l'apprendimento e l'insegnamento. Dato l'eccezionale successo   ottenuto da questa opera di sensibilizzazione, Netd@ys si propone ora di promuovere   anche l'elaborazione di progetti che si pongano come scopo, accanto all'innovazione   tecnologica, la buona qualità dei contenuti educativi. Il mezzo privilegiato   per raggiungere tale obiettivo è quello di favorire il partenariato fra   organizzazioni diverse, quali istituzioni educative e culturali e altre organizzazioni   del settore pubblico e privato.

Per tenere viva l'attività e attirare nuovi partecipanti, il tema di   Netd@ys cambia ogni anno. Quest'anno Netd@ys si concentrerà sull'Immagine.   Per rafforzare e sostenere i progetti di Netd@ys, la Commissione Europea fornirà   anche un collegamento con la prima Settimana Europea del Cinema, che coincide   con la settimana Netd@ys (18-24 Novembre).

La partecipazione a Netd@ys Europe 2002 è aperta a tutte le organizzazioni   che desiderano far conoscere i vantaggi derivanti dall'uso dei nuovi media quali   strumenti di creazione di contenuti educativi e culturali di qualità.   Promotori dei progetti possono essere reti di scuole, associazioni giovanili,   università e altre istituzioni educative o culturali quali centri di   formazione, musei, teatri, cinema e biblioteche, nonché enti locali.   Sono invitate a partecipare in particolare le organizzazioni con competenze   specifiche nel settore dell'immagine, come ad esempio le scuole o università   che dispongono di dipartimenti dedicati ai media.

Netd@ys 2002 – Immagine si concentrerà su tre aree progettuali principali:

  Guarda (“Watch it”)
  I giovani sono stimolati a osservare con più attenzione le immagini che   vedono ogni giorno e che spesso sono date per scontate. Partendo ad esempio   da esperienze scolastiche come la visita a una mostra d'arte, la visione di   un film o di un documentario televisivo, si possono sviluppare progetti di analisi   delle immagini e dei messaggi che vogliono veicolare. La rete può rappresentare   il luogo per estendere la discussione e creare gruppi di studio e di scambio   di pareri ed esperienze.

Leggi (“Read it”)
  E' l'area dei progetti che tendono a elaborare esperienze e strumenti di lettura   critica delle immagini. È importante capire il significato delle immagini,   riconoscere i motivi per cui un'immagine è stata prodotta e l'effetto   che una certa immagine dovrebbe ottenere. Lo scopo è quello di aumentare   nei giovani il grado di consapevolezza nella fruizione delle immagini: capire,   ad esempio, le differenze tra informazione e pubblicità, tra finzione   e realtà e tra virtuale e reale.

Crea (“Make it”)
  Qui i giovani sono chiamati a diventare soggetto attivo nel processo di creazione   dell'immagine: diventare fotografi, pittori, produttori cinematografici o televisivi,   oppure webmaster. I progetti orientati alla produzione di immagini potranno   partecipare a uno dei concorsi sull'Immagine che saranno organizzati nel quadro   di Netd@ys 2002.


  Contenuti dei progetti Netd@ys 2002
  I progetti devono presentare esempi dell'utilizzo della tecnologia on-line nei   settori dell'apprendimento, dell'insegnamento e della ricerca. Possono essere   realizzati in qualsiasi periodo dell'anno a condizione che prevedano un'attività   speciale per la settimana Netd@ys, dal 18 al 24 novembre, in cui verranno presentati   tutti i progetti.

Vediamo ora, a titolo di esempio, alcune possibili tracce di lavoro.

I progetti Netd@ys possono:
  – presentare immagini on-line di qualsiasi tipo;
  – organizzare visite per giovani a sale cinematografiche, gallerie, musei, ecc.   e anche scoprire il nostro patrimonio culturale attraverso attività on-line   basate sulle immagini;
  – indire concorsi per “la migliore immagine”, il “migliore cortometraggio”,   la “migliore fotografia” su tematiche specifiche;
  – promuovere lo scambio di opinioni su programmi televisivi, film, ecc.;
  – creare siti web su argomenti attinenti all'educazione all'immagine;
  – organizzare chat on-line con esperti, ivi compresi registi cinematografici;
  – creare musei di immagini virtuali in cui vengono esposte immagini, film, video   o fotografie, valorizzando in particolare la cinematografia europea;
  – elaborare ed illustrare nuovi percorsi educativi utilizzando i media on-line;
  – creare e scambiare materiale didattico e di formazione via Internet attinente   alla produzione di cortometraggi, video e computer graphics, eccetera;
  – creare nuove reti o potenziare le reti esistenti, nonché estenderne   l'accessibilità al pubblico (biblioteche, “cybercentri”, ecc.).

Come partecipare?
  Seguendo le istruzioni sul sito europeo di Netd@ys all'indirizzo: www.netdays2002.org   e su quello italiano www.indire.it/netdays2002,   e compilando i moduli on line.
  Tutti i progetti accettati riceveranno il marchio Netd@ys, che li farà   conoscere su vasta scala.

Corrispondenti nazionali
  Molti paesi hanno nominato dei Corrispondenti nazionali Netd@ys, fra questi   anche numerosi paesi non comunitari (Australia, Brasile, Canada, Israele e Svizzera).   In Italia il Ministero dell'Istruzione affida da anni questo compito all'INDIRE   (ex Biblioteca di Documentazione Pedagogica) che ha il compito di sviluppare   il sito italiano (www.indire.it/netdays2002),   di diffondere l'informazione nel nostro paese per incrementare la partecipazione   di progetti italiani, di raccoglierne la documentazione e di lanciare e coordinare   gli eventi nazionali su Netd@ys.

Presso il MIUR, la persona di riferimento è:
  Stefano Gorla
  Ministero della Pubblica Istruzione
  Servizio per l'automazione informatica e l'innovazione tecnologica
  V.le Trastevere 76/A
  I – 00153 Roma
  Tel: (39)06-58 49 36 20- Fax: (39)06-58 49 36 19
  E-mail: noted@bdp.it / capitano@venus.it

Se vuoi ricevere settimanalmente questa ed altre notizie abbonati alla lista di distribuzione Focus sull'Europa!