MEGAcoders+ ha  coinvolto  circa 850 persone, studenti e insegnanti   per un grande evento gratuito che si è svolto nella mattina  nella mattina del 15 ottobre a Torino e Cuneo.

L’evento è stato interamente organizzato dall’Associazione Dschola con il supporto di Fablab4kids a Torino e ITIS Delpozzo a Cuneo ed il contributo di GOOGLE che ha selezionato MEGACODERS+ fra i 4 eventi italiani e i circa 55  eventi internazionali.

Sono state più di 20 le classi con più di 500 di studenti fra i 9 e i 13 anni che sono riusciti a prenotarsi, esaurendo quasi in una notte i posti disponibili all’apertura delle iscrizioni.

L’evento è  stato possible grazie  al supporto volontario e gratuito di scuole ed associazioni che  nella regione Piemonte operano nel campo del coding, del digitale e della didattica innovativa: 10 scuole superiori che hanno messo a disposizione circa 220 studenti tutor, la loro passione, le loro attrezzature che hanno accolto i giovani la piovosa mattina del 15 ottobre

Sono state numerose le attivita svolte nei diversi tavoli allestiti per l’occasione: Scratch e Arduino, Microbits, LittleBits, Raspberry Pi, Makey Makey e coding unplugged, droni e  minirobot. Presso il FabLab a Torino sarà inoltre possibile visitare la pista STEAM.

Durante la mattina del MEGACoders+ le due sedi di Torino e Cuneo, si sono collegate  in remoto con Alessandro Bogliolo, CodeWeek Ambassador Europeo e docente di informatica presso l’Università di Urbino e con Marina Stanciu, Ingegnere Google:  entrambi hanno salutato gli studenti con un richiamo alla Settimana Europea del Codice e all’importanza di imparare ad essere soggetti attivi della rivoluzione tecnologica.

Un ringrazimento particolare ad Stefano Mercurio dell’ITIS Pininfarina e CoderDojo DscholaAurelio Balestra di  Toolbox, a Davide Gomba di Fablab4kids,  al Dirigente Scolastisco Ivan Re dell’ITIS DelPozzo per averci ospitato e al prof. Claudio Borgogno.

TORINO:

Totale Bambini 299
Accompagnatori Bambini 26
Totale Mentor 120
Accompagnatori Mentor 21
Totale 466

CUNEO

Totale Bambini 228
Accompagnatori Bambini 22
Totale Mentor 104
Accompagnatori Mentor eReceptionist 8
Totale 372

 

Ringraziamo i tutor:

Ludovica Luparia

Mastropaolo Giovanni 

IIS Pininfarina, Moncalieri (TO)  –   studenti accompagnati dal prof. Salvatore Antonio 

IIS Curie-Levi – Torino  –  studenti accompagnati dal prof. Tiziano Ragazzi

IIS JC Maxwell – Nichelino (TO)   studenti accompagnati dal prof. Alberto Vasciaveo e Marco Farina 

IIS A. Sobrero – Casale Monferrato (AL)    studenti accompagnati dal prof. Marco Marchisotti 

IIS E. Majorana – Grugliasco (TO)    studenti accompagnati dalle prof.sse Elena Baldino  e SAra Riccardo e  al Prof. Dario Zucchini 

IIS A.Artom – Asti    studenti accompagnati dalla prof.ssa Jessica Paschini e dai proff. Raffaele Nappo, Federico Cotto e Andrea Colazzo

IIS Vallauri – Fossano (CN)   studenti accompagnati dal prof. Alberto BArbero

IIS Peano – Torino   studenti accompagnati dal prof. Fotia

ITIS Delpozzo – Cuneo   studenti accompagnati dal prof.Claudio Borgogno 

CoderDojo Dschola    studenti accompagnati dal prof. Stefano Mercurio 

CoderDojo Torino2  grazie a Claudio DAnna e Luisa Gonella

FutureMakers  grazie a MArco Mazzaglia ed Enrico Baraldo

Museo Piemontese dell’Informatica – Torino  grazie a Niels Oneglio

Ringraziamo le classi che hanno partecipato

IC Vittorino da Feltre – E. FERMI – 2A e 2B Torino accompagnati dagli insegnanti Carmen di Lauro, Laura Botta e DAvide Ciccone

IC VINOVO . MATTEOTTI –  4B –  Torino accompagnati dagli insegnanti Laura Galasco e Valendina Isoardi 

IC NIGRA – 2G  accompagnati dagli insegnanti Patrizia Lucisano e Mariano Bombace

IC 66 MARTIRI – PRIMARIA BRUNO CIARI – 4C – Torino .  accompagnati dagli insegnanti Salvatore Iozzo. Assunta Parnofiello, Marco Gatti

IC di VIA COLLINO – 2B e 2C  Torino  accompagnati dagli insegnanti Luisa Rosso, Luca Pallavidino, Elisabetta Bo, Alda Castiglione

IC VIVALDI MURIALDO 3C   Torino  accompagnati dagli insegnanti Sonia GAruccio e Maurizia Gai 

IC GASSINO TORINESE 1D 2D 3D Torino  accompagnati dagli insegnanti  Valentina Giordana, Bracardo Emanuela, Enrica Platania, Follis, Silvia Vizio, Carola Gioia

IC ROBILANTE CUNEO (2A Vernante, 2A Robilante, 2A Roccavione e 2A Valdieri) Cuneo – organizzatrice Grigoletto Chiara – accompagnati dagli insegnanti Giraudo Manuela, Maggiora Michela, Fea Monica, Scommegna Angela, Dessi Valeria

IC  “E.Fermi” (3A e 3C Mango Scuola secondaria di I grado) organizzatrice Maria Paola Ungari –  accompagnati dagli insegnanti Maria Olga Carta, Desirò Daniela, Gatti Francesca, Fabio Toppino

IC “A.Vassallo” Boves  -Primaria a  Cuneo – 4A, 4B,4C capoluogo  – organizzatrice Cristiana Raffaele –  accompagnati dagli insegnanti Giuliano Paola e Marro Manuela (4A), Manuela Girardi (4B), Cavallo Roberto e Cristiana Raffaele (4C)

IC  CORSO SOLERI CUNEO – organizzatrice Annarita Altavilla 3A – accompagnati dall’insegnante Alessandra Vescovo 3C

Scuola primaria di Bernezzo  Cuneo 5A e 5B  organizzatrice l’insegnante Germana Armando – accompagnati dagli insegnanti Cerato Ienia e Sorzana Manuela

 

Qui le foto ufficiali dell’evento di Torino  —

GALLERIA 1

GALLERIA 2

Altre foto di Torino


Le foto di Cuneo

 

 

Presto Pubblicheremo anche il VIDEO!! 

 

GRAZIE A TUTTI!!!

No votes yet.
Please wait...
  1. Stefania Giorello

    …vedo solo ora questa interessantissima novità  e…penso proprio che ne approfitterò!!! Sono un’insegnante di lettere ed anch’io sono appassionata di blog…
    …quindi…arrivederci!!!

    No votes yet.
    Please wait...
  2. Maria Teresa Panunzio

    Buongiorno, sono una ex-insegnante di informatica e matematica.Ho partecipato per due anni come mentor nel Coderdojo di Biella e la mia prossima iniziativa è relativa a Scratch per dodicenni alla biblioteca dei ragazzi di Biella.Vorrei entrare in contatto con voi.Grazie

    No votes yet.
    Please wait...
  3. maria teresa panunzio

    Buongiorno, sono una ex-insegnante di informatica e matematica.Ho partecipato per due anni come mentor nel Coderdojo di Biella e la mia prossima iniziativa è relativa a Scratch per dodicenni alla biblioteca dei ragazzi di Biella.Vorrei entrare in contatto con voi

    No votes yet.
    Please wait...
  4. come si puo pensare di dare queste informzioni e mettere le TIC all infanzia quando già i bambini sono bombardati da TIC e media fuori dalla scuola. La scuola dev essere un luogo dove i bambini devo fare esperienze dirette non farli rincretinire usando il computer o il tablet o schermi Gia a 4 anni alcuni portano le lenti figuriamoci se anche a scuola li mettiamo davanti a schermi illuminati. La scuola pubblica distruggerà la spontaneità dei bambini se continua cosi. Avremo dei sapientoni con cervelli pieni d informazione ma vuoti di ciò che sono le cose piu semplici e naturali.

    Rating: 2.6/5. From 11 votes.
    Please wait...
    • Gentile Luca,
      concordo con la sua posizione quando afferma che “la scuola deve essere il luogo per far fare esperienze dirette”, soprattutto nella scuola dell’infanzia. Infatti, tale grado di scuola richiede proprio che i bambini imparino a utilizzare tutti i campi di esperienza, come citato nelle Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012. Questo però non esclude che tale esperienze venga fatta ANCHE attraverso le tecnologie. Sottolineo l’ANCHE che non richiede l’ESCLUSIVITA’. Utilizzare solo le ICT all’infanzia sarebbe patetico, oltre che poco funzionale.
      Inoltre mi permetto di fare il punto sulla MODALITA’. Il rapporto 1:1 con il computer non è un modello per la scuola dell’infanzia, dove il gioco ha la priorità. Non è possibile far utilizzare ai bambini dell’infanzia un dispositivo per ognuno. E’ invece possibile utilizzare i dispositivi in gruppo, usare il proiettore, usare il Coding, usare i video (brevi) , usare le immagini, interagire con la tecnologia.
      Il grande compito della scuola oggi è quello di sviluppare competenza digitale, i docenti devono insegnare a utilizzare le ICT con gli aspetti positivi e gli aspetti negativi (si veda il modello di competenza digitale DIGCOMP). Ovviamente ogni età ha una sua struttura cognitiva e i docenti dovrebbero essere formati per capire come le ICT si possono utilizzare in relazione al livello della scuola. A questo proposito si guardi il modello TCPACK: è molto interessante.
      Ultimo appunto: la creatività. Un uso consapevole delle ICT sviluppa creatività. Non si tratta di un uso istruttorio o procedurale ma l’uso creativo (ad esempio il Coding)
      La scuola potrebbe farne a meno e scegliere di non usare le ICT: ma se questi ragazzi non hanno imparano a utilizzare le ICT in modo intelligente a scuola dove altro possono avere occasione di imparare? La scuola dovrebbe essere maestra di vita, anche nelle ICT.
      Che ne pensa?

      Rating: 4.6/5. From 8 votes.
      Please wait...
      • D’accortissimo con lei, quindi posso sviluppare il coding unplugged all’infanzia come “utilizzo” delle TIC.?

        No votes yet.
        Please wait...
        • Mi inserisco nella discussione: per me il coding è e può essere solo plugged!
          Unplugged è qualcos’altro e certamente non ha a che fare con le TIC.
          Coding vuol dire programmare qualcosa: un robot, un tablet un pc, anche un giocattolo educativo programmabile o radiocomandato. ma non la carta e i cartoni!
          Quindi se non ho a che fare con qualcosa di programmabile non posso usare la parola coding.

          Rating: 5.0/5. From 1 vote.
          Please wait...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.