E’ stata lanciata ufficialmente a Bruxelles, il 18 marzo 2005, la piattaforma tecnica e-Mobility che, grazie agli investimenti pubblici/privati dei partner partecipanti, mira a rafforzare l’impegno europeo nel campo della ricerca e dello sviluppo per garantire e conservare all’Europa una posizione privilegiata nel mercato mondiale della comunicazione mobile.



I quindici partner dell’iniziativa, tra i gruppi europei più importanti nel settore delle telecomunicazioni, hanno evidenziato l’enorme potenziale di questa fetta del mercato che interessa l’occupazione attuale di circa 4 milioni di persone e che stima una crescita per il 2010 di circa 6 milioni di post di lavoro.

Dello stesso avviso il Commissario europeo per la DG Società dell’Informazione e Media, Viviane Reding, che ha sottolineato quanto le tecnologie per le comunicazioni mobili e senza fili rivestano un ruolo strategico per promuovere la crescita e il lavoro in Europa.

Fitta già da ora l’agenda di ricerca di e-Mobility che è attualmente all’opera per delineare azioni di sostegno specifico nell’ambito del VI Programma Quadro, in relazione al tema “Tecnologie della Società dell’Informazione”.

Per maggiori informazioni:

Comunicato stampa della Commissione Europea

e-Mobility