CONTESTO di RIFERIMENTO

L’I.I.S. “V. Alfieri” comprende il Liceo Classico “V. Alfieri”, l’Istituto Professionale Servizi Commerciali “Q. Sella”, entrambi collocati nel Palazzo del Collegio, vicino ai centri più rappresentativi della tradizione culturale astigiana, in prossimità di Palazzo Alfieri, casa natale del tragediografo, della pinacoteca Palazzo Mazzetti, della sede del Museo del Risorgimento a Palazzo Ottolenghi e ospita al suo interno la Cripta e Museo di Sant’Anastasio; il Liceo Artistico è ubicato in via Giobert come sede principale ma utilizza anche locali del Comune siti in largo Scapaccino, nel centro di Asti.

L’Istituto è fortemente radicato nella realtà cittadina, collabora attivamente con le istituzioni del territorio, rispettando una lunga tradizione culturale e ponendosi come centro di cultura vivace e produttiva.

L’IIS “V. Alfieri” è dotato di connessione internet (fibra ottica) a 100 Mb in download e rete wi-fi in tutte le sedi dell’Istituzione scolastica. Già dall’inizio dell’a.s. 2019-20 nel ruolo di  dirigente scolastica, a seguito di esperienza ventennale di sperimentazione delle nuove tecnologie nella didattica, ho ritenuto opportuno attivare per la scuola le due piattaforme Education: Google Suite (GSuite) e Microsoft Office 365.

L’istituto utilizza GSuite for Education per comunicazioni istituzionali e archivio documentazione di sistema e Office 365 Education per l’accesso ai laboratori e la didattica con gli studenti. Al seguente link è possibile visionare i servizi cloud dell’Istituto.

Tutto il personale dispone di un account istituzionale Gsuite e tutti i docenti dispongono anche di un account Office 365E.

Ad ogni studente è stato consegnato un account Microsoft Office 365 Education.

Tra le azioni di miglioramento nell’attuale anno scolastico ho posto un’attenzione particolare all’efficacia della comunicazione in considerazione anche della complessità della scuola: 1200 studenti, 140 docenti, tre sedi molto eterogenee, Liceo Classico, Liceo Artistico e Istituto professionale.

Sono stati attivati alcuni canali Telegram che consentono la comunicazione immediata, nel rispetto della privacy dei partecipanti: Canale Telegram privato Docenti, Canale Telegram privato personale e ATA, Canale Telegram pubblico (famiglie – studenti) per news – eventi – progetti – ecc.

Una tale organizzazione ha necessariamente previsto un’attenta progettazione di azioni formative mirate per docenti e per il personale ATA, collocate temporalmente a partire dall’attuale a.s. 2019-20 che accompagneranno il processo di digitalizzazione dell’Istituto verso un uso sensato delle tecnologie nella didattica per i docenti e renderanno il personale ATA formato a procedure digitalizzate per ottimizzare e velocizzare il lavoro di segreteria.

Il registro elettronico (Spaggiari) già in uso nell’Istituzione scolastica è stato potenziato di funzionalità, risultando lo strumento di maggior comunicazione con la famiglia.

Nell’emergenza sanitaria Coronavirus, ho ritenuto strategico continuare il processo già avviato accompagnando i docenti e il personale di segreteria all’uso ottimizzato delle risorse tecnologiche messe in campo che sono risultate particolarmente utili proprio in occasione dell’emergenza.

LA FASE di AVVIO della DIDATTICA a DISTANZA

L’idea è nata in modo spontaneo alla fine del mese di febbraio; dopo giorni di emergenza, di un susseguirsi di decreti ed ordinanze, di speranze, di paure, di momenti decisionali, ho pensato che fosse il momento giusto per incontrare tutti i docenti con modalità diverse.

Era giunto il momento di “declinare meglio”, di raccoglierne i frutti di tutti quegli anni passati a sperimentare, quella “scuola senza spazio e senza tempo” che tanto mi ha appassionato per trent’anni.

Gli studenti avevano immediato bisogno di noi del nostro supporto, i nostri 1200 studenti privati della possibilità di essere a scuola, avevano bisogno del nostro aiuto, non potevano essere lasciati isolati.

Sono passati ormai sei mesi dal mio ingresso in questo Istituto che ho amato sin da subito anche se ho dovuto un po’ “ricostruire” alcune delle mie passioni tecnologiche, nelle quali credo non perché uno strumento o una piattaforma siano oggetto di mia venerazione, ma perché sempre mi accompagna ogni giorno il ricordo degli occhi sorridenti dei miei ex studenti, il “nostro star bene insieme”, la mia voglia di sperimentare e di metterci in gioco.

Immersa nelle emergenze del mio nuovo ruolo ho avuto troppo poco tempo per incontrare i ragazzi dell’Alfieri nelle modalità con le quali avrei voluto, avrei desiderato meglio incrociare i loro occhi e rassicurami che fossero tutti sorridenti.

Allora già dal 28 febbraio 2020 siamo partiti, da un’idea è nata un’altra idea, ecco allora strutturazione delle risorse in una grande mappa condivisa, con alcuni macronodi esplorabili, una guida che possa essere di supporto alla didattica non solo ora in emergenza, ma anche in un momento successivo.
Per raggiungere gli studenti avevo necessariamente bisogno dei miei docenti, di quella grande squadra che ho l’onere e l’onore di guidare.

E per guidarli nell’emergenza hanno bisogno di un orientamento, di un percorso digitale della conoscenza o meglio un percorso esplorativo metodologico per non smettere mai di imparare e per scoprire un mondo per i più finora poco frequentato.

Piattaforme, strumenti e risorse li avevamo messi in campo, era ora di dare un impulso, di “farli parlare”, di dar loro vita, facendoli entrare nel processo di insegnamento-apprendimento con i nostri studenti.

Il mio staff in questi giorni non si è mai risparmiato, ha seguito e supportato con fiducia così come tutto il personale.

Abbiamo pensato, progettato, sperimentato e prima di arrivare alla nostra “conference call” del 3 marzo 2020, un primo collegio Docenti sperimentale on-line su base volontaria, abbiamo valutato diverse possibilità, confrontandoci anche in ore quasi notturne, perchè era importante scegliere lo strumento giusto, magari non definitivo, ma di certo la scelta andava ben ponderata.

Ed è stata la volta della riprogettazione delle nostre numerose attività, tutto da riprogrammare e sospendere a causa dell’emergenza, lezioni da recuperare, decisioni da prendere e siamo arrivati ad un’ipotesi da proporre a tutti i docenti in occasione del nostro meeting virtuale.

Un po’ di trepidazione prima dell’inizio, previsto per le ore 10, registrazione nella conference call a partire dalle ore 9.45, con inevitabile un po’ di ansia del dubbio: funzionerà?

Le tecnologie sono imprevedibili e per mia esperienza chi è refrattario all’uso spesso si demoralizza di fronte ad un intoppo o ad un problema tecnico, anche se, al contrario, bisogna mettere in conto che possa accadere.

Eravamo…. e purtroppo siamo ancora in emergenza, …ed era fondamentale provare a motivare i docenti a sperimentare, senza imposizioni, senza grossi vincoli.

Era fondamentale in fase iniziare guidarli e accompagnarli alla scoperta di qualcosa di nuovo perché il fine è troppo importante: sono loro, sono i nostri ragazzi.

Sono le ore 10.00, ad uno ad uno li ho visti entrare nella conference call, hanno seguito le indicazioni, e sono tanti, tantissimi, lo staff è accanto a me a sostenere e a supportare l’impresa.

Ho iniziato con i saluti e con la presentazione della grande mappa di risorse, ho fornito consigli, informato sulle scelte e tutti erano lì molto presenti anche se distanti fisicamente.

All’interno della Mappa è possibile raggiungere, tra le varie risorse, un’altra grande MAPPA che curo e aggiorno dal 2014 come repositary  di riferimento per i docenti che abbiano voglia di sperimentare con le nuove tecnologie.

Sono state tante le domande tramite la chat, tutto ha funzionato in modo perfetto dal punto di vista tecnico, non ricordo esattamente quanto sia durato il collegamento, so solo che ho avuto un risultato forse inatteso: sono stata colta da un’emozione grandissima!
I docenti erano contenti, soddisfatti, eravamo in sintonia, un team, una grande squadra con obiettivi comuni …

Erano tanti, praticamente il massimo consentito dalla call (100, ora possiamo arrivare sino a 250 partecipanti) e altri erano in presenza nel mio ufficio a seguire sulla nuova flip lim collegata al pc.
E quando la call è finita gli sguardi tra me e lo staff non hanno avuto bisogno di altre parole.

SPAZIO web DEDICATO ALL’EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS

Uno spazio web dedicato è stato predisposto a partire dalla home page del sito web dell’IIS “V. Alfieri” in modo che tutto il personale dell’Istituto, nonché studenti e famiglie possano sempre essere costantemente aggiornati e trovare supporto e risorse.

DIDATTICA ON LINE e LINEE GUIDA

Didattica on-line”: in questo periodo sono parole che riempiono le pagine dei giornali, il web, i social. Mi pare però che a volte la modalità di apprendimento on-line venga un po’ data per scontata o banalizzata, purtroppo non basta sapere che esistono strumenti e risorse valide, è necessaria una progettazione adeguata di percorsi e strumenti e calare il tutto nel reale contesto di un gruppo classe, nonché avere chiari i risultati che si intendono ottenere. Il docente ha bisogno di tempo, di un graduale percorso di crescita.

Didattica a distanza non significa replicare la didattica in presenza e mai la didattica a distanza potrà sostituire quella in presenza.

Il percorso di un docente per mettere in atto un uso sensato delle nuove tecnologie è lungo, complesso e progressivo e richiede desiderio di rinnovamento, capacità di adattamento, attitudine alla scoperta continua, formazione e autoformazione.

Nell’emergenza tutti noi siamo stati chiamati a “ricostruire” con modalità diverse quel meraviglioso rapporto che lega docenti e studenti, improvvisamente lacerato dalle distanze.

La necessità, la nuova metodologia, anche se non scelta e poco conosciuta, può però rappresentare un momento per scoprire validi processi di insegnamento-apprendimento.

Sono state delineate per l’IIS “V. Alfieri”  LINEE GUIDA per la Didattica a Distanza molto dettagliate e in continuo aggiornamento supportate da RISORSE per i Docenti come sopra descritto.

 

 

 

LA FORMAZIONE de DOCENTI

Tutti i docenti sono stati inseriti in una classe virtuale guidata dalla Task force di Istituto, la cui composizione è descritta nelle linee guida e il cui ruolo è in seguito dettagliato. La presenza di una task force risulta strategica affinché i docenti siano costantemente accompagnati nelle pratiche di didattica a distanza, costituendo una comunità di apprendimento permanente.

Il lavoro in team è fondamentale soprattutto in questo momento per evitare il sovraccarico cognitivo.

Gli studenti, privati dei momenti di apprendimento in presenza, necessitano di una maggiore collaborazione all’interno di ogni consiglio di classe per evitare che si sentano smarriti e disorientati.

L’ASSISTENZA e il RUOLO della TASK FORCE

La task force di Istituto progetta con la Dirigenza azioni di consulenza e supporto anche ai fini della registrazione e del monitoraggio delle attività svolte. E’ stato predisposto uno specifico sportello virtuale aperto a tutti i docenti (Una Google Classroom su GSuite Istituzionale).

In un tale contesto si è pensato che fosse fondamentale proseguire la forma di accompagnamento verso alcune scuole del territorio, già avviata in modo informale sin dall’inizio dell’emergenza.

L’Istituto ha quindi attivato una procedura formalizzata di richiesta di assistenza per docenti, studenti e famiglie e ha aderito al Progetto USR Piemonte “UNA SCUOLA ADOTTA UN’ALTRA SCUOLA”, proponendo l’”adozione” di quattro istituzioni scolastiche della Provincia di Asti.

Per consulenza e supporto visitare l’area TASK FORCE IIS “V. ALFIERI” dello spazio web dedicato all’Emergenza Coronavirus

Le azioni riferibili alla attività di assistenza possono essere così sintetizzate:

  • Disponibilità di una Pagina dedicata all’emergenza Coronavirus costantemente aggiornata con area dedicata alla task force di Istituto e form on-line di richiesta di assistenza e MAPPA di risorse per la didattica.
  • Richiesta di assistenza articolata su diverse tematiche; le call saranno indirizzate all’esperto di riferimento della task force:
    • Consulenza tecnologica (consigli per acquisti / piattaforme e-learning / connessione / problemi di accesso …)
    • Consulenza didattico-metodologica (linee guida DAD, risorse per la didattica, valutazione..)
    • Registro elettronico
    • Problematiche relative all’inclusione
  • Consigli per la progettazione della didattica a distanza secondo linee guida personalizzate per le singole realtà scolastiche
  • Consigli per la gestione della privacy e l’uso consapevole delle nuove tecnologie
  • Consigli per la progettazione ragionata delle infrastrutture della scuola per la sostenibilità della didattica a distanza affinché in altre situazioni di emergenza la scuola possa essere preparata alla didattica a distanza
  • Consigli per migliorare la comunicazione di una scuola
  • Attivazione e utilizzo efficace di una classe virtuale
  • Consigli per la progettazione della Segreteria digitale, indispensabile in situazioni di lavoro agile
  • Guida all’esplorazione e all’utilizzo delle risorse digitali dell’IIS “V. Alfieri”
  • Creazione di blog/repository per condividere buone pratiche, documenti o esempi di lezioni redatte a cura dei docenti
  • Progettazione di un modello di valutazione per la didattica a distanza, cercando di dare al termine “valutazione” il suo significato letterale: dare valore a quello che viene fatto
  • Brevi sessioni formative in modalità FAD

CONDIVIDERE: il muro virtuale che abbatte le distanza


#IOAPPRENDOSEMPRE è un pannello virtuale che unisce tutti: dirigente, docenti, studenti e famiglie che possono esprimere emozioni e lasciare traccia di un percorso di apprendimento gestito in emergenza all’improvviso. Catapultati in un mondo nuovo, privati delle nostre certezze e della nostra quotidianità, privati della lezione in presenza, tutti siamo stati messi “in situazione”, con la necessità di rafforzarci per imparare ad apprendere in nuovi ambienti virtuali.

INCLUSIONE

Le funzioni strumentali per l’inclusione in accordo con i docenti di sostegno hanno pianificato e continueranno a pianificare azioni riferite ai singoli casi di svantaggio.

Hanno redatto in stretta collaborazione fra loro alcune LINEE GUIDA per l’INCLUSIONE per suggerire metodi e strategie.

VALUTAZIONE

Il docente potrà prevedere momenti di verifica a carattere formativo nel periodo di sospensione dell’attività in presenza e potrà registrare le valutazioni sul registro elettronico (settando la modalità: valutazione che non fa parte della media finale), soprattutto se il periodo di sospensione dovesse prolungarsi ancora per molto tempo. Tali valutazioni rappresentano un necessario momento di crescita e di autovalutazione per lo studente, un feedback indispensabile nel processo di apprendimento.

Il tema della valutazione nella didattica a distanza è un tema oggetto di grandi discussioni; se da una parte le valutazioni non dovranno risultare penalizzanti per la valutazione finale, dall’altra si corre il rischio che lo studente consideri “il mancato controllo fisico” del docente quale opportunità per delegare ad altri lo svolgimento della verifica assegnata, vanificando totalmente lo scopo educativo. Resta sempre fondamentale il patto educativo e di responsabilità che il docente saprà e avrà già stabilito con gli studenti.

In occasione della call del 20/03/2020 con lo staff di direzione e i coordinatori di classe sono emerse alcune riflessioni sia sulla didattica a distanza, sia sulla valutazione alla quale è necessario dare “il suo significato letterale: dare valore a quello che viene fatto, cercare di capire quello che vale, evidenziare il valore aggiunto, premiare il valore dell’apprendimento e dello studio[1] .

E’ inoltre importante, visto il perdurare del periodi di sospensione dell’attività didattica in presenza, entrare nell’ottica che la “didattica a distanza”, non è ora una didattica parallela e provvisoria, ma è la “nostra didattica” in questo momento e come tale va condotta, rimodulata, accettata, affinché gli studenti ne facciano parte con consapevolezza e ritrovata serenità.

E’ attualmente in corso di definizione un DOCUMENTO di sintesi delle LINEE GUIDA sulla VALUTAZIONE adottate dell’IIS “V. Alfieri” di ASTI in riferimento alla Nota MI prot. n. 388 del 17/03/2020 con indicazioni docimologiche orientative e griglie di riferimento per la valutazione delle verifiche in regime di didattica agile.

ATTIVITA’ COLLEGIALI DOCENTI:

Nel periodo di sospensione delle attività didattiche si dovrà ormai necessariamente fare  ricorso a conference call, in modo da ristabilire utili e necessari momenti di confronto e monitoraggio delle attività. Tale metodologia sarà anche privilegiata in occasioni di riunioni informali che necessitino la compilazione di documenti in modalità condivisa, sia ricorrendo a videoconferenze, sia condividendo spazi e documenti.

E’ da poco attiva la possibilità di registrare un conference call tramite Meet di Gsuite e potrà essere utile per la condivisione di video da rivedere in modo autonomo dai docenti in momenti successivi.

Saranno predisposte “Stanze virtuali” per il collegamento dei Consigli di Classe e dei Dipartimenti delle tre sedi e sarà riprogettato il Piano Annuale delle Attività.

REPOSITARY e APPRENDIMENTO PERMANENTE

Molti docenti stanno realizzando oggetti didattici digitali (ODD), ad uso interno e raccolti in area riservata. Alcuni ODD sono messi a disposizione di studenti e docenti nell’area didattica dei BLOG delle tre sedi, raggiungibili dal sito web https://www.istitutovalfieri.edu.it/iisvalfieri/la-scuolaArea La Scuola.

Saranno predisposti altri spazi di repositary in modo che l’emergenza possa essere una grande opportunità di crescita per tutti e possa dare l’avvio alla reale condivisione di buone pratiche, già prevista tra gli obiettivi di miglioramento.

Il rimedio migliore quando si è tristi è imparare qualcosa[2]

COSTRUIRE – “LASCIAMO QUALCOSA di NOI”

Il messaggio ai miei studenti sul muro virtuale che abbatte le distanze:

“Pensieri a ruota libera, parole ed emozioni, disegni, …tutto ciò che hai provato in questi giorni prova a condividerlo.
Servirà a tutti per pensare …comprendere e sperare…che tutto questo un giorno finirà e potremo raccontarlo…

Potremo dire #ioapprendosempre, anche quando sembra difficile, anche quando vorrei tornare alla mia “routine”, alle mie abitudini, alle mie passioni, a tutto quanto ho progettato, a tutto quanto avevo immaginato di poter fare…

Eppure siamo qui ad interrogarci del perché, a capire e non capire, increduli e smarriti, quasi lanciati in un mondo tutto nuovo, reclusi nelle nostre paure e con la voglia di fuggire, di svegliarci all’improvviso da questo brutto sogno.

Ma impareremo …tutti, impareremo a non dare nulla per scontato o “dovuto”, impareremo che la vita è un viaggio e spesso la meta appare contorta, la luce sembra non apparire.

 Togliamo la parola “distanza” da questa didattica tutta nuova che però, vi assicuro, vi renderà più forti, autonomi e tenaci, pronti a ritrovare il vostro banco e sarete cresciuti tutti un po’ di più, più consapevoli della fragilità dell’essere, consapevoli della bellezza della vita e magari verrete a scuola ancor più volentieri .
Le tecnologie continuerete a usarle, ma non in emergenza, con consapevolezza e rinnovata curiosità.

 A presto, ragazzi!

Aspetto i vostri pensieri, i vostri sogni, le vostre emozioni …per ridurre la distanza che un “virus” un giorno all’improvviso ha messo fra noi.

Un abbraccio virtuale”

Stella Perrone – Dirigente scolastico IIS “V. Alfieri” – ASTI

[1] Stefano Stefanel – Dirigente scolastico – http://scuolaoggi.com/2020/03/19/la-fragilita-degli-studenti/

[2] T.H. White

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.