App Inventor a Pinerolo

L’ emergenza sanitaria non ha fermato il progetto Programmo e Invento, anzi le videolezioni  sono state una risorsa ulteriore ed hanno permesso alla 2ANR, 2BNR e 2DNR del liceo scientifico Marie Curie di Pinerolo di usufruire di un formatore fuori provincia … perciò a febbraio tutti pronti a creare app per smartphone Android con MIT App Inventor 2.

Il primo incontro è servito per rendere operativi studenti e docenti, predisponendo il dispositivo Android o l’ambiente emulato in modo da essere pronti per la fase di test dell’applicazione.

Poi alcune nozioni sul layout dell’interfaccia utente e i primi concetti fondamentali della programmazione facilitati dall’ambiente a blocchi ed ecco che le app iniziano a prendere forma, con pulsanti e immagini, suoni e contenuti a sorpresa attivabili solo dopo un certo numero di clic oppure scuotendo il telefono … la creatività si sblocca, emergono le prime idee di miglioramento e i “si potrebbe fare …” si accavallano,  ma il tempo a disposizione è ormai finito.

Sicuramente la curiosità è stata stimolata, ma anche la voglia di continuare ciò che è stato iniziato e di approfondire autonomamente le idee emerse.

Perciò buon lavoro ai ragazzi e agli insegnanti lungo la via del coding!

Alla media di Trino, Programmo e Invento per i più piccoli

Alla scuola media di Trino, sono i piccoli della prima media ad imparare a programmare con Scratch.

Nonostante il periodo in DAD e dribblando tra le date degli Invalsi, siamo riusciti a fare tutte le lezioni in presenza; armati di tablet forniti della scuola, ragazzi e ragazze si sono divertiti prima di tutto a sperimentare i suoni … e visto che ogni tanto qualcuno ci allietava con i miagolii di Scratch, eccoci fin dalla prima lezione ad utilizzare le estensioni dando voce agli sprite e giocando con gli accenti delle diverse lingue.

Poi il gioco delle tabelline per aiutare nel ripasso, con tanto di punteggio e attenzione a non sbagliare altrimenti si finisce sotto zero e infine, via con le figure geometriche che si materializzano sullo schermo … ma che fatica a trovare le giuste coordinate cartesiane!

Il tempo è volato, ovviamente erano ancora molte le cose da fare e vedere, ma tutti hanno seguito e lavorato con profitto per essere pronti per partecipare al concorso.

Un grazie alle insegnanti che mi hanno aiutato a tenere a freno i più discoli, ai ragazzi per l’entusiasmo dimostrato e alle ragazze per aver scoperto che la programmazione è qualcosa che può piacere anche a loro; speriamo di vederci ancora il prossimo anno e in bocca al lupo per il progetto presentato al concorso!

Scratch fino all’ultimo giorno di scuola a Valduggia

Per i ragazzi delle Scuole Medie di Valduggia, in provincia di Vercelli, l’anno scolastico è terminato con il corso di Scratch.

La pandemia non ha fermato la progettualità dell’istituto cosi i ragazzi delle classi prime, seconde e terze si sono cimentati nella programmazione e nella composizione del  codice per creare soprattutto dei giochi: interagire con il computer facendo in modo che ti saluti e ti dia delle risposte pertinenti, creare delle figure in movimento sullo schermo, giocare con coordinate cartesiane e angoli per disegnare delle figure geometriche con il PC o tablet e calcolarne il perimetro, fino ad arrivare alla creazione di veri e propri videogame come Pac-Man.

I ragazzi di prima, seconda e terza media fin da subito si sono dimostrati interessati e hanno lavorato sodo raggiungendo buoni risultati. Qualcuno ha anche proseguito l’attività a casa trovando così soluzioni interessanti per i problemi che venivano posti durante il corso. Altri si sono concentrati di più nella grafica dando libero sfogo alla propria creatività.

Fortunatamente siamo riusciti ad erogare tutte le lezioni in presenza e alla fine, sia per l’insegante che per i ragazzi , il tempo è volato e le cose che si sarebbero potute fare erano ancora molte. È stato solo piantato un semino che speriamo possa germogliare.

Un ringraziamento va ai ragazzi della Scuola Media di Valduggia e ai loro insegnanti che hanno accolto il corso con entusiasmo e hanno partecipato attivamente dal primo all’ultimo minuto.

prof. Giordano Giacobino

A Roasio si impara a programmare con Scratch

Il progetto Programmo&Invento è andato in scena anche in quest’anno particolare e gli studenti della scuola secondaria di primo grado di Roasio hanno risposto con entusiasmo. In particolare sono stati gli alunni delle classi di 1°A, 2°A e 2°B che, utilizzando Scratch, hanno appreso le prime nozioni fondamentali di coding.

La struttura a blocchi colorati del programma è risultata subito comprensibile e accattivante per i giovanissimi programmatori che, una volta imparate le funzioni base, hanno lasciato a briglia sciolta la propria fantasia andando a creare programmi originali e creativi.

Le lezioni si sono svolte nel laboratorio di informatica dell’istituto divenendo le classi in gruppi ristretti e rispettando le distanze di sicurezza ma lasciando immutato il divertimento e il piacere della scoperta.

Al termine delle lezioni i ragazzi si sono portati a casa, su pennetta USB, i propri preziosi lavori per continuare a svilupparli a casa e sfidare i compagni con creazioni sempre più complesse e divertenti.
Un ringraziamento al personale scolastico di Roasio, alla Fondazione CRT e all’Associazione DSchola.

Prof. Francesco Carrera

Al Cobianchi lo smartphone entra nella didattica con Programmo e Invento

VB

L’Istituto Cobianchi ha preso parte al progetto Programmo e invento con le classi seconde
dell’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni. Si tratta di un indirizzo tecnico all’interno del quale la programmazione ha un ruolo importante, gli studenti erano quindi interessati e motivati. MIT App Inventor è uno strumento potente ed in grado di mettere in condizione gli studenti di realizzare una propria app per smartphone, mettendo in pratica i concetti della programmazione. È stato facile, lavorare su concetti che normalmente risultano noiosi e caratterizzati da lezioni frontali, avendo la possibilità di mettere subito lo studente all’opera. La limitazione della dad non ha ostacolato gli studenti dal partecipare al progetto, seguendo con interesse le varie esercitazioni. In questo caso gli studenti hanno vissuto l’interessante esperienza dove lo smartphone, di norma oggetto proibito, ha giocato il ruolo di un interessante strumento didattico.

Coding con Scratch all’I.C. Ugo Foscolo di Torino

Scratch all'Ugo Foscolo

Le sezioni A ed N dell’I.C. Ugo Foscolo hanno partecipato a Programmo e invento nell’ambito del progetto Diderot. Il fine era quello di diffondere nelle scuole il coding come parte fondamentale dello sviluppo del Pensiero computazionale. In particolare, è stato usato Scratch come ambiente di sviluppo, adatto ai ragazzi alle prime esperienze con la programmazione.

Dopo un avvio presso la scuola con la sezione N, l’interruzione delle attività in presenza non ha fermato il progetto, che è continuato online con la sezione A. Grande partecipazione dei ragazzi e degli insegnanti sia a scuola che a casa, con ottimi risultati, tanta voglia di imparare e fantasia.
Un ringraziamento alle insegnanti che hanno coinvolto le loro classi, prof.sse Navoni e Vassio, alla Fondazione CRT e all’Associazione Dschola.

Si Programma e si Inventa a distanza all’I.T. “Calamandrei” di Crescentino

All’I.I.S. G.Ferraris (sede I.T. Calamandrei di Crescentino – VC) si è conclusa con successo nel mese di aprile l’attività “Programmo e Invento” finanziata da Fondazione CRT e promossa da Associazione Dschola.

L’obiettivo del progetto era quello di fornire una formazione di base per lo sviluppo di applicazioni per smartphone e tablet Android, utilizzando l’ambiente di sviluppo App Inventor che ne consente la realizzazione in cloud, con modalità totalmente grafica, utilizzando blocchi funzionali facilmente assemblabili.

Malgrado la formazione si sia tenuta con modalità “a distanza” (a causa dell’emergenza sanitaria) non è comunque mancato l’entusiasmo e gli obiettivi preventivati sono stati raggiunti.

Tra i progetti sviluppati: una lavagna virtuale, un riproduttore di file audio, un sintetizzatore vocale.

Sono state coinvolte tre classi (1 TEC, 1 AFM, 2 AFM), due delle quali, al termine del periodo di formazione, hanno portato avanti progetti in autonomia, guidati dal referente di istituto, prof. Alberto Averono, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti per la concreta e fattiva collaborazione e per l’impeccabile regia.

Ci si auspica di replicare il prossimo anno, sicuramente in presenza, così da arricchire ulteriormente l’esperienza.

Programmo&Invento all’IIS Penna di Asti

All’IIS Penna di Asti è giunta al termine la formazione per le classi 1ASD, 1B e 1C.

Gli studenti di ciascuna classe hanno avuto l’opportunità di frequentare sei ore di lezione di introduzione alla programmazione a blocchi con l’ambiente AppInventor, software per la progettazione di App per i dispositivi mobili.

Gli studenti, vista la situazione pandemica, hanno seguito il corso a distanza, ma questo non ha fermato il loro entusiasmo.

I ragazzi si sono cimentati nello scoprire come si possano programmare App per smartphone ed hanno prodotto con successo e soddisfazione le loro prime applicazioni ed  i primi giochi.
Al termine del corso, chi vorrà, potrà partecipare a gruppi all’edizione del Concorso progettando una propria applicazione.

Un ringraziamento alla Fondazione CRT per il costante supporto al progetto, all’associazione Dschola per l’organizzazione e ai docenti dell’ istituto per la preziosa collaborazione nella gestione del corso.

Prof. Mirko Marengo

Scratch anche in DaD

I.C.S. Duca d’Aosta di Novara partecipa quest’anno al progetto Programmo e invento con le classi 1F, 2A e 2F. Nonostante la situazione sanitaria siamo riusciti a portare avanti il corso in modalità “a distanza” con ottimi risultati. I ragazzi si sono appassionati fin da subito alla magia del coding ed hanno mostrato anche un ottima padronanza della tecnologia messa loro a disposizione.
Grazie anche all’aiuto delle insegnanti presenti in aula e all’entusiasmo dei ragazzi, il tutto si è svolto senza il minimo intoppo, anzi, con grande e inaspettata sorpresa di tutti, si è riusciti a lavorare molto bene pur non essendo tutti nel medesimo luogo.
Un grazie sentito quindi a docenti, ragazzi e soprattutto a fondazione CRT e a

Scratch torna all’IC Carmine di Cannobio

IC Carmine 2021

Nei mesi di marzo ed aprile, Scratch e la scoperta del coding sono tornati all’IC Carmine di Cannobio e Cannero. I ragazzi e le ragazze delle classi prime della secondaria di primo grado, sono stati coinvolti nel percorso di sei ore dedicato al coding.

Dopo l’iniziale diffidenza, siamo entrati subito nel vivo con l’ambiente opeativo di Scratch, e dai primi movimenti dei pesciolini siamo presto arrivati a realizzare quiz, animazioni, scenari e giochi.
L’aspetto che senza dubbio affascina di più è comprendere come Scratch richieda istruzioni precise, e come non sempre sia facile trasformare quanto desideriamo nella corretta sequenza di istruzioni. Una volta capito come operare, i blocchi di codice scivolano velocemente e si incastrano tra loro, così come l’animazione degli sprite da noi creati.

Al termine del percorso ci salutiamo con la promessa, il prossimo anno, di continuare ed approfondire quanto visto in questa prima esperienza.

Un ringraziamento alla Fondazione CRT per il costante supporto al progetto, all’associazione Dschola per l’organizzazione e ai docenti dell’IC Carmine per la preziosa collaborazione nella gestione del calendario, quest’anno davvero una sfida impegnativa.

Prof. Filippo Ramoni