Massimiliano Berruti

Ingegnere informatico, dopo 12 anni come Project Manager in ambito industriale decide di cambiare vita e di dedicarsi all’insegnamento.
Dal 2019 è docente di materie informatiche all’ITT G. Fauser di Novara.
Entra in ruolo a settembre del 2021 nello stesso istituto.

Alessandro Tatti

Laureato magistrale in Computer Science Engineering (Ingegneria Informatica) presso il Politecnico di Milano nel 2018.
Dal 2016 al 2019 sono docente di informatica presso il Liceo Scientifico Statale “Sereni” di Luino e IIS “Valceresio” di Bisuschio.
Dal 2019 sono docente delle discipline informatiche presso IIS “L. Cobianchi” di Verbania, dove nel 2021 ottengo il ruolo.
Ho sempre avuto una passione per l’insegnamento dell’informatica e ho partecipato a progetti e corsi di formazione, ad esempio “Scuola in Ospedale” e “CobiInTour”. Nell’anno 2022 sono formatore, presso IIS “L. Cobianchi”, del corso “Utilizzo di Excel nella didattica”.

Mastropaolo Giovanni

Sono laureato in “Ingegneria elettrotecnica”. Sono stato insegnante di “Elettrotecnica ed Impianti elettrici” presso IPSIA G. Galilei di Torino, poi Dirigente scolastico di ITIS Ferrari di Torino.
Ora mi occupo di formazione in area STEM, Coding, Scratch, Arduino, micro:bit. Autore di eBook su discipline scolastiche con Scratch.

Vincitori Bando di Concorso Progetto Diderot 2020-21 – Linea “Programmo e Invento” – Categoria Junior

podio

A seguito della valutazione dei progetti presentati dalle scuole partecipanti al bando di concorso Progetto Diderot 2020-21 – Linea “Programmo e Invento”, abbiamo il piacere di comunicare le squadre vincitrici per la categoria Junior:

1° classificato – Classe 2B – I.C. CENTOPASSI – con il progetto “Non Fumare
2° classificato – Classe 1C – I.C. “P. Carmine” – con il progetto “Crazy Game

Congratulazioni ai vincitori e a tutti i partecipanti, seguiranno indicazioni sulla consegna dei premi.

Inoltre, ricordiamo che il progetto Diderot “Programmo e Invento” continua anche per l’a.s. 2021-22 ed il CLICKDAY per le iscrizioni sarà il 14 ottobre 2021, dalle ore 14.00.

App Inventor a Pinerolo

L’ emergenza sanitaria non ha fermato il progetto Programmo e Invento, anzi le videolezioni  sono state una risorsa ulteriore ed hanno permesso alla 2ANR, 2BNR e 2DNR del liceo scientifico Marie Curie di Pinerolo di usufruire di un formatore fuori provincia … perciò a febbraio tutti pronti a creare app per smartphone Android con MIT App Inventor 2.

Il primo incontro è servito per rendere operativi studenti e docenti, predisponendo il dispositivo Android o l’ambiente emulato in modo da essere pronti per la fase di test dell’applicazione.

Poi alcune nozioni sul layout dell’interfaccia utente e i primi concetti fondamentali della programmazione facilitati dall’ambiente a blocchi ed ecco che le app iniziano a prendere forma, con pulsanti e immagini, suoni e contenuti a sorpresa attivabili solo dopo un certo numero di clic oppure scuotendo il telefono … la creatività si sblocca, emergono le prime idee di miglioramento e i “si potrebbe fare …” si accavallano,  ma il tempo a disposizione è ormai finito.

Sicuramente la curiosità è stata stimolata, ma anche la voglia di continuare ciò che è stato iniziato e di approfondire autonomamente le idee emerse.

Perciò buon lavoro ai ragazzi e agli insegnanti lungo la via del coding!

Alla media di Trino, Programmo e Invento per i più piccoli

Alla scuola media di Trino, sono i piccoli della prima media ad imparare a programmare con Scratch.

Nonostante il periodo in DAD e dribblando tra le date degli Invalsi, siamo riusciti a fare tutte le lezioni in presenza; armati di tablet forniti della scuola, ragazzi e ragazze si sono divertiti prima di tutto a sperimentare i suoni … e visto che ogni tanto qualcuno ci allietava con i miagolii di Scratch, eccoci fin dalla prima lezione ad utilizzare le estensioni dando voce agli sprite e giocando con gli accenti delle diverse lingue.

Poi il gioco delle tabelline per aiutare nel ripasso, con tanto di punteggio e attenzione a non sbagliare altrimenti si finisce sotto zero e infine, via con le figure geometriche che si materializzano sullo schermo … ma che fatica a trovare le giuste coordinate cartesiane!

Il tempo è volato, ovviamente erano ancora molte le cose da fare e vedere, ma tutti hanno seguito e lavorato con profitto per essere pronti per partecipare al concorso.

Un grazie alle insegnanti che mi hanno aiutato a tenere a freno i più discoli, ai ragazzi per l’entusiasmo dimostrato e alle ragazze per aver scoperto che la programmazione è qualcosa che può piacere anche a loro; speriamo di vederci ancora il prossimo anno e in bocca al lupo per il progetto presentato al concorso!

Scratch fino all’ultimo giorno di scuola a Valduggia

Per i ragazzi delle Scuole Medie di Valduggia, in provincia di Vercelli, l’anno scolastico è terminato con il corso di Scratch.

La pandemia non ha fermato la progettualità dell’istituto cosi i ragazzi delle classi prime, seconde e terze si sono cimentati nella programmazione e nella composizione del  codice per creare soprattutto dei giochi: interagire con il computer facendo in modo che ti saluti e ti dia delle risposte pertinenti, creare delle figure in movimento sullo schermo, giocare con coordinate cartesiane e angoli per disegnare delle figure geometriche con il PC o tablet e calcolarne il perimetro, fino ad arrivare alla creazione di veri e propri videogame come Pac-Man.

I ragazzi di prima, seconda e terza media fin da subito si sono dimostrati interessati e hanno lavorato sodo raggiungendo buoni risultati. Qualcuno ha anche proseguito l’attività a casa trovando così soluzioni interessanti per i problemi che venivano posti durante il corso. Altri si sono concentrati di più nella grafica dando libero sfogo alla propria creatività.

Fortunatamente siamo riusciti ad erogare tutte le lezioni in presenza e alla fine, sia per l’insegante che per i ragazzi , il tempo è volato e le cose che si sarebbero potute fare erano ancora molte. È stato solo piantato un semino che speriamo possa germogliare.

Un ringraziamento va ai ragazzi della Scuola Media di Valduggia e ai loro insegnanti che hanno accolto il corso con entusiasmo e hanno partecipato attivamente dal primo all’ultimo minuto.

prof. Giordano Giacobino

A Roasio si impara a programmare con Scratch

Il progetto Programmo&Invento è andato in scena anche in quest’anno particolare e gli studenti della scuola secondaria di primo grado di Roasio hanno risposto con entusiasmo. In particolare sono stati gli alunni delle classi di 1°A, 2°A e 2°B che, utilizzando Scratch, hanno appreso le prime nozioni fondamentali di coding.

La struttura a blocchi colorati del programma è risultata subito comprensibile e accattivante per i giovanissimi programmatori che, una volta imparate le funzioni base, hanno lasciato a briglia sciolta la propria fantasia andando a creare programmi originali e creativi.

Le lezioni si sono svolte nel laboratorio di informatica dell’istituto divenendo le classi in gruppi ristretti e rispettando le distanze di sicurezza ma lasciando immutato il divertimento e il piacere della scoperta.

Al termine delle lezioni i ragazzi si sono portati a casa, su pennetta USB, i propri preziosi lavori per continuare a svilupparli a casa e sfidare i compagni con creazioni sempre più complesse e divertenti.
Un ringraziamento al personale scolastico di Roasio, alla Fondazione CRT e all’Associazione DSchola.

Prof. Francesco Carrera

Al Cobianchi lo smartphone entra nella didattica con Programmo e Invento

VB

L’Istituto Cobianchi ha preso parte al progetto Programmo e invento con le classi seconde
dell’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni. Si tratta di un indirizzo tecnico all’interno del quale la programmazione ha un ruolo importante, gli studenti erano quindi interessati e motivati. MIT App Inventor è uno strumento potente ed in grado di mettere in condizione gli studenti di realizzare una propria app per smartphone, mettendo in pratica i concetti della programmazione. È stato facile, lavorare su concetti che normalmente risultano noiosi e caratterizzati da lezioni frontali, avendo la possibilità di mettere subito lo studente all’opera. La limitazione della dad non ha ostacolato gli studenti dal partecipare al progetto, seguendo con interesse le varie esercitazioni. In questo caso gli studenti hanno vissuto l’interessante esperienza dove lo smartphone, di norma oggetto proibito, ha giocato il ruolo di un interessante strumento didattico.

Coding con Scratch all’I.C. Ugo Foscolo di Torino

Scratch all'Ugo Foscolo

Le sezioni A ed N dell’I.C. Ugo Foscolo hanno partecipato a Programmo e invento nell’ambito del progetto Diderot. Il fine era quello di diffondere nelle scuole il coding come parte fondamentale dello sviluppo del Pensiero computazionale. In particolare, è stato usato Scratch come ambiente di sviluppo, adatto ai ragazzi alle prime esperienze con la programmazione.

Dopo un avvio presso la scuola con la sezione N, l’interruzione delle attività in presenza non ha fermato il progetto, che è continuato online con la sezione A. Grande partecipazione dei ragazzi e degli insegnanti sia a scuola che a casa, con ottimi risultati, tanta voglia di imparare e fantasia.
Un ringraziamento alle insegnanti che hanno coinvolto le loro classi, prof.sse Navoni e Vassio, alla Fondazione CRT e all’Associazione Dschola.