Anche in DAD, all’ ITI “da VINCI” di Borgomanero(N0), si Programma e si Inventa.

Grazie all’ASSOCIAZIONE DSCHOLA con il contributo della FONDAZIONE CRT, gli alunni delle classi 1A,1B,e 1C della sezione commerciale dell’ITI Da VINCI di Borgomanero(NO), hanno partecipato al progetto “Programmo e Invento”. Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, anche online i ragazzi hanno potuto seguire e creare app per i loro telefonini. Gli alunni hanno dimostrato, sin da subito, grande interesse e partecipazione.
Anche gli insegnanti che hanno seguito il corso hanno ritenuto l’iniziativa interessante.
La novità di questo progetto ha riscosso sicuramente grande successo.

Programmo e Invento 2021 fa tappa all’IIS “V.Alfieri” di Asti

Anche quest’anno il Progetto Diderot torna all’IIS “V. Alfieri” di Asti in una formula completamente rinnovata della linea “Programmo e Invento” e svolto a distanza.

La formula rinnovata del progetto ha previsto l’utilizzo di App Inventor per gli studenti della secondaria di II grado, adattandosi quindi all’evoluzione digitale, con l’obiettivo di mettere lo studente al centro e formarlo a realizzare delle vere e proprie APP da eseguire sul proprio smartphone personale, utilizzando quest’ultimo in modo attivo e non, come spesso accade, in modo passivo.

Insegnanti e studenti si sono appassionati per la semplicità e la potenza dello strumento e sulle possibili applicazioni nella propria disciplina.

Grazie per l’ospitalità, anche a distanza, e vi auguro di iscrivervi con la stessa velocità il prossimo anno!

Programmo e Invento presso il Liceo “Pellico – Peano” di Cuneo

L’edizione 2020/21 di Diderot – “Programmo e Invento” – presso il Liceo “Pellico – Peano” di Cuneo si è
conclusa, nonostante il problema pandemia, con successo. Delle 18 ore di lezione laboratoriale, 8 ore
sono state comunque svolte in presenza. Nuovi studenti e nuovo programma di lavoro. Da quest’anno
infatti la linea “Programmo e Invento” del progetto Diderot ha previsto, per le scuole superiori, lo
sviluppo di applicazioni su smartphone e tablet realizzate con il linguaggio a blocchi App Inventor. La
maggior parte degli studenti ha dimostrato interesse e curiosità per questo nuovo strumento. Inoltre, il
numero di progetti sviluppati nelle tre prime del liceo delle Scienze Applicate, ha permesso di introdurre
gli studenti alle basi della programmazione dei dispositivi mobili, raggiungendo in questo modo
l’obiettivo che ci si era posto come associazione Dschola. Sono stati ideati e sviluppati progetti quali un
traduttore automatico nella lingua inglese, una app per il disegno, una calcolatrice con sintesi vocale,
diversi giochi in cui si sono utilizzati i principali sensori programmabili con App Inventor.
Barbero Alberto

Scratch arriva all’I.C. “Ing S. Grandis” di Borgo San Dalmazzo

IC Grandis Borgo San Dalmazzo

Scratch arriva anche a Borgo San Dalmazzo, in particolare all’IC “Grandis”. Le sfide sono state tante, sia dal punto di vista organizzativo (purtroppo si è dovuto tenere il corso in DaD), sia dal punto di vista dell’impegno richiesto e degli esercizi proposti.

I ragazzi sono stati fin dal primo giorno molto entusiasti, curiosi e desiderosi di imparare qualche cosa di nuovo da fare al computer. Non si tratta più “solo” di giochi, di scrivere qualche relazione, di realizzare qualche grafico; ma di provare a fare i veri programmatori: scrivere quindi dei programmi che permettano di far fare qualche cosa al computer, magari tramite un giochino o tramite una storia raccontata da un personaggio di fantasia.

Le lezioni si sono svolte regolarmente e con interesse da parte di insegnanti e studenti, spero di aver fornito qualche spunto in più per aiutare i ragazzi a formare quello che viene detto “pensiero computazionale”. Ora tocca a loro applicare ed espandere le conoscenze acquisite durante le lezioni.

Grazie di tutto ragazzi e a presto…

Coding “no limits” all’IC Antonelli di Torino

Neanche il Covid ci ha fermati! Anche quest’anno il progetto Diderot si è svolto nella nuova denominazione “Programmo e Invento” e decine di bambini hanno potuto sfoderare estro e fantasia per animare i loro teatrini virtuali senza risentire apparentemente del contesto un po’ diverso in cui si muovevano, tra mascherine, gel e sanificazioni pressoché continue; e anche io, come ogni anno, ho finito per farmi travolgere dal loro entusiasmo.

IC Antonelli “Programmo e Invento” 2021

Gli attori di quest’anno sono stati gli studenti delle classi 1B, 1C, 1D, 1F, 1G e 3F della scuola media Antonelli nel quartiere Santa Rita di Torino. Non molti tra gli studenti partecipanti avevano avuto precedenti esperienze di coding, ma nonostante questo, superati i primi impacci nell’accesso alla piattaforma, tutti hanno cominciato a costruire le proprie storie e i propri giochi interattivi con estrema fantasia ed impegno.

Attraverso Scratch i ragazzi imparano a creare ed esprimersi con il computer, non solo interagire con esso. Il Coding può veicolare materie ritenute “difficili” in modo semplice e naturale: con Scratch le coordinate cartesiane, angoli e simmetrie diventano davvero un gioco da ragazzi!
Ringrazio la referente interna Prof.ssa Elena Di Palermo per il perfetto coordinamento e i docenti della scuola che di volta in volta mi hanno affiancato nelle gestione delle classi.
Infine ringrazio la Fondazione CRT per il costante supporto al progetto, anche in periodi “non facili” come quello che stiamo vivendo e l’associazione Dschola per la preziosa attività organizzativa.

Pogetto Diderot – “Programmo e Invento” presso il Liceo Monti di Chieri

1C

E’ partito presso il Liceo Scientifico Statale “Augusto Monti” di Chieri il progetto Diderot della Fondazione CRT, che vede coinvolte sei classi del primo biennio: 1A, 1B, 1C, 1E, 2C e 2E.

Gli incontri sono iniziati lunedì 1 febbraio 2021 e termineranno nella prima settimana di marzo e saranno svolti in DaD (Didattica a Distanza), vista la situazione problematica dovuta alla pandemia da Covid-19.

Quest’anno la Associazione Dschola propone al biennio delle scuole superiori lo sviluppo di app per smartphone Android, utilizzando l’ambiente di sviluppo App Inventor, messo a disposizione dal MIT (Massachussets Institute of Technology), che consente la realizzazione in cloud in modalità semplificata e cioè in modalità totalmente grafica, facendo uso di blocchi funzionali facilmente assemblabili per realizzare funzioni più o meno complesse.

Nonostante la modalità di erogazione degli incontri, peraltro già rodata dalle classi nella didattica curricolare, le lezioni si svolgono in un clima sereno e “fattivo”, dovuto alla semplicità dell’interfaccia di programmazione ed alla attenzione posta dagli studenti, catturati dalla possibilità di realizzare autonomamente app per i loro dispositivi, alla stregua di quelle scaricabili dai noti market (es. Google Play).

La partecipazione è sempre molto attiva e la trasmissione dei concetti concernenti il “pensiero computazionale”, cioè i “pilastri” della programmazione ad oggetti e ad eventi, risulta facilitata dall’immediato riscontro delle funzionalità, in quanto l’ambiente di sviluppo prevede la emulazione delle app in modo semplice e diretto.

Da segnalare che anche le docenti referenti delle diverse classi, seguono con interesse le attività, immaginando approfondimenti successivi di utilizzo nelle proprie discipline.

Alberini Luisa

Ho lavorato per 10 anni come programmatrice, poi il destino ha messo sulla mia strada “il ruolo” e così sono entrata nella scuola come ITP di informatica. Ho insegnato per parecchi anni in un corso serale e nel frattempo ho conseguito la laurea in informatica presso l’Università di Torino. Sono diventata animatore digitale, ho assunto il ruolo di responsabile dell’ufficio tecnico ed alla fine, dopo aver preso l’abilitazione, sono approdata sul sostegno ed attualmente insegno all’ I.T.I. “Faccio” di Vercelli. Ma il mio grande amore resta sempre l’informatica ed in particolare la programmazione.

Programmo anch’io 2020 fa tappa all’IIS “V.Alfieri” di Asti

Quest’anno per la prima volta Programmo anch’io fa tappa all’IIS “V. Alfieri” di Asti.

Chi l’avrebbe mai detto che in un Liceo Classico si potesse fare coding, ma invece il Progetto Programmo anch’io è riuscito a far fare a studenti ed insegnanti i primi passi con scratch grazie a Fondazione CRT che ha finanziato il progetto, all’associazione Dschola che l’ha organizzato e portato avanti attraverso i suoi formatori e all’IIS “V.Alfieri” che ha aderito con 3 classi per Istituto (Liceo Classico, Liceo Artistico, Istituto Professionale) ma che è riuscito a partecipare solo con il Liceo Classico visto il numero elevato di richieste che il progetto Programmo anch’io raccoglie ogni anno.

Il gatto Scratch ha entusiamato i ragazzi che hanno smesso di fare modifiche provare blocchi e istruzioni, nemmeno al termine delle giornate di formazione.

1B – Liceo Classico Alfieri
1C – Liceo Classico Alfieri

Anche gli insegnanti si sono appassionati per la semplicità e la potenza dello strumento e sulle possibili applicazioni nella propria disciplina!

1 A – Liceo Classico Alfieri

Grazie per l’ospitalità e vi auguro di iscrivervi con più velocità anche il prossimo anno!

Programmo Anch’io Al “Sommellier”

Anche quest’anno l’Istituto Tecnico “Sommeiller” di Torino ha partecipato all’iniziativa “Programmo anch’io”, che rientra nel Progetto Diderot, organizzato dall’Associazione Dschola e finanziato dalla fondazione CRT.

Gli studenti delle classi prime, coinvolti nell’iniziativa, hanno potuto dare spazio alla loro inventiva e alla loro fantasia, utilizzando le basi di Coding e l’ambiente visuale “Scratch” 3.0 per produrre applicazioni come animazioni e videogiochi.

I ragazzi si sono dimostrati interessati ed impegnati, dando prova di autonomia e intraprendenza, tentando anche di realizzare versioni personalizzate.

L’attività è stata interrotta a causa del Covid-19.

Un saluto nella speranza di ritrovarvi il prossimo anno!