“Programmo e invento”, programmo e mi diverto: così gli studenti delle classi prime della scuola secondaria di I grado di Villafalletto hanno trascorso tre pomeriggi di didattica digitale a distanza. Grazie all’iniziativa promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino in collaborazione con l’associazione Dschola, gli studenti dell’Istituto comprensivo “Isoardo-Vanzetti” hanno avuto la possibilità di cimentarsi in un percorso di sei ore alla scoperta del mondo della programmazione con Scratch. Sotto la guida esperta del professor Claudio Borgogno, i ragazzi sono entrati in un ambiente ideale per la progettazione e la creazione di storie animate. Dalla scelta dei personaggi, ai blocchi colorati delle istruzioni e dei comandi, i ragazzi e le ragazze sono diventati protagonisti dell’azione e, provando a incastrare le parti, hanno messo in scena una storia da raccontare. 

“Personalmente – ci racconta l’insegnante Alessandra Amoroso che ha seguito il progetto –  credo che il linguaggio della programmazione sia basilare nella formazione dei nostri studenti e che contribuisca allo sviluppo di un pensiero logico-creativo indispensabile negli adulti di domani. Attraverso il gioco i ragazzi, appassionati di videogiochi, sono diventati i veri protagonisti della storia, autori della narrazione e dell’animazione. Molti hanno continuato l’attività anche nel proprio tempo libero, riportando “in blocchi” le proprie passioni, mentre altri mostrano di aver bisogno di un tempo più lungo per riuscire ad esprimere appieno i propri interessi e potenzialità. La programmazione deve continuare!”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *