L’emozione dei ragazzi nel poter tradurre i propri progetti al computer è stata tanta per i ragazzi dell’Istituto Superiore Denina di Saluzzo. Il progetto Programmo Anch’io, finanziato dalla fondazione CRT, li ha visti protagonisti in prima persona, nella programmazione del computer.
La potenza del linguaggio scratch, nella sua versione 3.0, li ha sorpresi per la semplicità, con la quale hanno potuto approfondire le loro competenze informatiche, sopratutto nella parte grafico visuale.
Gli studenti delle classi seconde, dell’Istituto commerciale aziendale, si sono da subito dimostrati in possesso di di buone basi algoritmiche e logiche, sicuramente  merito dei loro docenti di informatica.
Gli allievi si sono divertiti nell’apprendere sviluppando videogiochi, ma non sono mancati i momenti di approfondimento dedicati alla simulazione di sistemi fisici, alla modellazione matematica ed allo story-telling di fiabe.
Anche i docenti di discipline, sia scientifiche, che umanistiche si sono confrontati con le potenzialità del coding.
Ai ragazzi è stata data anche la possibilità di dare spazio alla loro creatività, applicando le conoscenze, ai mini progetti concreti assegnati.
I ragazzi ci hanno salutato, esprimendo un interesse continuo per il pensiero computazionale, che avrebbero piacere di manifestare nella partecipazione al premio finale CRT.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *