Sabato 15 febbraio nel pomeriggio presso la scuola primaria Bruno Ciari di Grugliasco studenti e genitori festeggiano il carnevale con un evento di coding. L’evento, organizzato da Salvatore Iozzo, con la collaborazione di Paola Limone, docenti della scuola Bruno Ciari, insieme ai docenti dell’ I.C. 66 Martiri di Grugliasco, in collaborazione con coderdojo Dschola capitanato dal Champion Stefano Mercurio, coderDojo Torino 2 capitanato dalla Champion Luisa Gonella, e gli studenti dell’istituto Majorana di Grugliasco organizzati dalla prof.ssa Elena Baldino prevede la partecipazione di circa 180 persone.

CoderDojo è un movimento no-profit internazionale con lo scopo di avvicinare i bambini ed i ragazzi (tra 7 e 17 anni) all’informatica attraverso la realizzazione di club di programmazione gratuiti. Il nome deriva dall’unione delle parole coder, cioè programmatore, e dojo, la palestra giapponese in cui si praticano le arti marziali

Ai bambini della scuola iscritti alla manifestazione, seguiti da giovani studenti dell’Itis Majorana di Grugliasco e dell’Itis Pininfarina di Moncalieri, verranno prima presentati i fondamenti della programmazione su uno specifico strumento (Scratch) per poi passare alla realizzazione libera di un’applicazione o videogioco esprimendo la propria creatività. I mentor avranno il compito di guidare e fornire strumenti utili per la risoluzione del problema attraverso un confronto.

La finalità dell’evento sarà quindi quello di fornire un primo bagaglio di conoscenze che permetteranno ai giovani programmatori di proseguire nelle loro esperienze, lavorando poi sui loro progetti in autonomia.

Nella sala adiacente i genitori accompagnatori avranno l’opportunità di assistere ad un seminario dal titolo “L’utilizzo consapevole della rete”.

Dopo i saluti del presidente di Dschola Alfonso Lupo, del Dirigente Scolastico Alberto Cervia, del sindaco Roberto Montà e dell’assessore all’Istruzione Emanuela Guarino, esperti del mondo dell’istruzione analizzeranno con i genitori le tematiche sull’utilizzo consapevole della rete, problematica sempre più presente nella vita giornaliera delle persone e dei ragazzi. Interverranno il vice questore della polizia postale Assunta Esposito, il professor Marcello Bozzi del Majorana, il formatore Roberto Marchisio e l’insegnante Paola Limone.

La conclusione dei lavori vedrà come attori principali i bambini che, dopo aver terminato l’attività con i loro tutor, saliranno sul palco per presentare ai genitori le loro creazioni.

L’incontro sarà una festa di condivisione tra genitori, territorio, ragazzi di diversi ordini di scuola, docenti, tutti coloro che parteciperanno, legati da una sola motivazione: stare insieme e crescere ed è organizzato in occasione del “Safer Internet Day (SID)”, la giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea. Obiettivo della giornata è far riflettere le studentesse e gli studenti non solo sull’uso consapevole della rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno per rendere internet un luogo positivo e sicuro.

Maggiori informazioni relative alla giornata SID possono essere reperite presso:

https://www.saferinternet.org.uk/safer-internet-day/2020

Allegati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *