Educazione inclusiva e coding- 30 settembre WEBINAR

Lunedì 30 settembre 2019, dalle ore 16 alle ore 17, tutti collegati al sito www.multinclude.eu  per partecipare al webinar europeo “S4D: Scratch for Disability” in cui interverranno docenti e studenti del Vallauri, il prof. Parola dell’Università di Torino e la direttrice dell’Associazione Dschola, Eleonora Pantò.

Multinclude è un progetto Erasmus+ cofinanziato dall’Unione Europea e gestito per l’Italia dall’associazione Dschola sul tema dell’inclusione.  Per registrarsi al webinar occorre compilare un form che permette di ottenere l’accesso alla piattaforma. Vi aspettiamo numerosi. 

L’Associazione DSchola di Torino è partner del progetto europeo Multinclude, realizzato grazie al supporto del Programma Erasmus+ ed è finalizzato alla valorizzazione di buone pratiche di inclusione nell’educazione.

Il progetto si occupa della raccolta di casi di progetti e iniziative di inclusione che partono dal basso, e che siano volte a ridurre la non equità verso gruppi sotto rappresentati (per provenienza, condizione socio economica, condizioni di salute). Il focus del progetto è capire come sostenere un percorso di successo educativo che consenta a tutti di completare il ciclo di studi,  fino all’istruzione superiore: interessa tutti i gradi di istruzione, dalla scuola dell’infanzia all’Università e include educazione formale e non formale.

Il progetto adotta una metodologia  evidence based. Le migliori pratiche sono pubblicate sul sito del progetto www.multinclude.eu e valorizzate a livello europeo attraverso una community aperta e un corso di formazione aperta online (MOOC). Il progetto realizzerà al termine uno strumento di autovalutazione che sarà messo a disposizione delle scuole sul rischio di esclusione.

Vi aspettiamo al nostro webinar dove sarà illustrato il progetto “S4D: Scratch for Disability – Coding per tutti” per raccontare il progetto dell’Associazione Dschola e dell’Istituto Vallauri nell’utilizzo delle nuove tecnologie, e del coding in particolare, per favorire l’inclusione scolastica di studenti con bisogni educativi speciali. Iscrivetevi al nostro webinar del 30 settembre 2019 (alle ore 16:00). Vi aspettiamo! 

Il seminario  è svolto in lingua inglese. 

Dalla teoria alla pratica: educazione inclusiva e sviluppo del curriculum – Webinar #multinclude

Il prossimo webinar organizzato dal progetto #multinclude si svolgerà il 24 maggio ed avrà come speaker alcuni  importanti esperti di educazione inclusiva, il prof Frank Tuitt, autore di testi chiave sul tema inclusione la prof.  Saran Stewart.  Presenteranno i principali quadri teorici dell’inclusione  e come hanno sviluppato e implementato strutture teoriche di inclusività, oltre a presentare buone pratiche ed esempi per lo sviluppo di strategie educative basate sull’inclusione.

Durante il webinar saranno approfonditealcune pratiche descritte anche sul sito:  1) Office of diversity & inclusion faculti fellows, il progetto pilota dell’Università di Denver per l’inclusione di cui è responsabile il prof. Tuitt, 2) Harvesting the sun’s energy  il progetto dell’Univ. di Kingston in Jamaica per supportare le ragazze al primo anno nelle facoltà scientitiche

Il progetto MultInclude mira ad analizzare i percorsi verso il successo nell’educazione inclusiva ed a costruire una comunità di professionisti impegnati nello sviluppo di politiche scolastiche che sostengano gli studenti a rischio di essere o sentirsi esclusi, affinché siano messi in condizioni di terminare gli studi secondari e continuare al livello terziario.

Il webinar e’ in lingua inglese, è gratuito ma è necessaria l’iscrizione. Tutte le informazioni sono reperibili qui 

E’ disponibile la registrazione del webinar precendente che si è svolto il 15 marzo, legato all’abbandono scolastisco precoce con tre pratiche di inclusione per contrastare questo fenomeno.

Multinclude: ecco dove trovare ispirazione per progettare inclusione scolastica

Qualche mese fa vi  avevamo chiesto di segnalarci le vostre storie sull’inclusione perche’ il progetto Multinclude   parte proprio dall’analisi di casi di successo   per favorire l’interscambio di esperienze  e la creazione di tool per supportare le istituzioni educative ad essere più inclusive, riconoscendo e valorizzando le differenze – con il motto “be color brave” come vi abbiamo raccontato  qui

L’attività è stata più lunga e complessa del previsto, ma ora sono disponibili online buona parte dei casi che abbiamo raccolto che raccontano storie di bambini lungodegenti, di studenti con disabilità, di scolari “complicati” con disturbi nel comportamento, di giovani adulti che devono superare l’ostacolo della lingua di un nuovo paese per poter restare o trovare un lavoro, della difficile convivenza fra culture diverse, della difficolta’ di orientarsi dopo la scuola, di  fare amicizia quando conosci nessuno, di trovare nell’arte un motivo per continuare a provarci.

Tutti i casi sono dettagliati ed è possibile contattare i referenti di ogni storia.  Completata la fase di raccolta, è gia’ iniziata la fase di analisi che dovrebbe aiutarci a capire, cosa hanno in comune queste storie di successo e a costruire uno strumento che aiuti ogni istituto educativo a riconoscere la propria capacità di inclusione.

Vi aspettiamo al nostro primo webinar dove saranno illustrati alcuni casi che riguardano proprio gli studenti che con il loro comportamento creano difficolta’ in classe, se volete scoprire di cosa si è occupato il caso  “no bad kids” e di come si possano accompagnare questi ragazzi a completare il loro percorso di studi, iscrivetevi al nostro primo webinar il 15 marzo alle 15 . 

Vi aspettiamo!!

Ringraziamo per la foto “Fight!”  Aislinn Ritchie