Multinclude: 71 idee per l’inclusione

La squadra di Multinclude si è riunita a fine giugno per fare il punto sulle attivita’ in corso e sulla programmazione futura. Siamo stati ospiti per la seconda volta dell’Università dei Bambini di Vienna, all’interno del campus universitario.

Sono stati due giorni di lavoro intenso che ci hanno fatto riflettere su quanto abbiamo imparato dalla raccolta dei casi. Nella fase di analisi i partner dell’ONG ECHO, applicheranno la Teoria del Cambiamento – (il link porta ad un documento in inglese) per analizzare l’impatto delle pratiche raccolte e come possa scalare. DA una prima analisi sono emersi alcune caratteristiche comuni: le piccole organizzazioni hanno il maggiore impatto, un solo partner non riesce a creare impatto ed e’ necessaria una rete di attori, molte delle pratiche raccolte hanno la finalità di contrastare la dispersione precoce e hanno caratteristiche di intersezionalità.

Nei prossimi mesi è prevista la pubblicazione del lavoro di analisi che sarà la base delle creazione del tool che il progetto sviluppera per l’autovalutzione della capacità inclusiva di una scuola.

Sul sito multinclude.eu sono presenti 71  idee per l’inclusione consultabili attraverso il motore di ricerca che costitutiscono le fondamenta del progetto.

Questi casi saranno alla base della Learning Community a cui vi invitiamo ad iscrivervi  dove si potranno porre domande agli autori dei casi ed eventualmente suggerire altri casi.

Nel frattempo se li avete persi potete approfittare di questo periodo di tranquillita’ per rivedere i tre webinar che abbiamo gia’ realizzato che raccontano casi reali di inclusione.

Selective mutism: the child who said Hello

 

Potete leggere (in inglese)  le prime storie di inclusione: una parla della scuola in ospedale in Ungheria e una parla del bellissimo progetto “La Grammatica Fantastica” ed in particolare di un caso di mutismo selettivo  una delle buone pratiche evidenziate dall’associazione DSchola.

Alla ripartenza della scuola vi presenteremo il webinar su Tecnologia e Inclusione, organizzato da Dschola insieme a tutte le altre   azioni di comunicazione e disseminazione previste dal progetto.

Stay tuned!

Dalla teoria alla pratica: educazione inclusiva e sviluppo del curriculum – Webinar #multinclude

Il prossimo webinar organizzato dal progetto #multinclude si svolgerà il 24 maggio ed avrà come speaker alcuni  importanti esperti di educazione inclusiva, il prof Frank Tuitt, autore di testi chiave sul tema inclusione la prof.  Saran Stewart.  Presenteranno i principali quadri teorici dell’inclusione  e come hanno sviluppato e implementato strutture teoriche di inclusività, oltre a presentare buone pratiche ed esempi per lo sviluppo di strategie educative basate sull’inclusione.

Durante il webinar saranno approfonditealcune pratiche descritte anche sul sito:  1) Office of diversity & inclusion faculti fellows, il progetto pilota dell’Università di Denver per l’inclusione di cui è responsabile il prof. Tuitt, 2) Harvesting the sun’s energy  il progetto dell’Univ. di Kingston in Jamaica per supportare le ragazze al primo anno nelle facoltà scientitiche

Il progetto MultInclude mira ad analizzare i percorsi verso il successo nell’educazione inclusiva ed a costruire una comunità di professionisti impegnati nello sviluppo di politiche scolastiche che sostengano gli studenti a rischio di essere o sentirsi esclusi, affinché siano messi in condizioni di terminare gli studi secondari e continuare al livello terziario.

Il webinar e’ in lingua inglese, è gratuito ma è necessaria l’iscrizione. Tutte le informazioni sono reperibili qui 

E’ disponibile la registrazione del webinar precendente che si è svolto il 15 marzo, legato all’abbandono scolastisco precoce con tre pratiche di inclusione per contrastare questo fenomeno.

Multinclude: ecco dove trovare ispirazione per progettare inclusione scolastica

Qualche mese fa vi  avevamo chiesto di segnalarci le vostre storie sull’inclusione perche’ il progetto Multinclude   parte proprio dall’analisi di casi di successo   per favorire l’interscambio di esperienze  e la creazione di tool per supportare le istituzioni educative ad essere più inclusive, riconoscendo e valorizzando le differenze – con il motto “be color brave” come vi abbiamo raccontato  qui

L’attività è stata più lunga e complessa del previsto, ma ora sono disponibili online buona parte dei casi che abbiamo raccolto che raccontano storie di bambini lungodegenti, di studenti con disabilità, di scolari “complicati” con disturbi nel comportamento, di giovani adulti che devono superare l’ostacolo della lingua di un nuovo paese per poter restare o trovare un lavoro, della difficile convivenza fra culture diverse, della difficolta’ di orientarsi dopo la scuola, di  fare amicizia quando conosci nessuno, di trovare nell’arte un motivo per continuare a provarci.

Tutti i casi sono dettagliati ed è possibile contattare i referenti di ogni storia.  Completata la fase di raccolta, è gia’ iniziata la fase di analisi che dovrebbe aiutarci a capire, cosa hanno in comune queste storie di successo e a costruire uno strumento che aiuti ogni istituto educativo a riconoscere la propria capacità di inclusione.

Vi aspettiamo al nostro primo webinar dove saranno illustrati alcuni casi che riguardano proprio gli studenti che con il loro comportamento creano difficolta’ in classe, se volete scoprire di cosa si è occupato il caso  “no bad kids” e di come si possano accompagnare questi ragazzi a completare il loro percorso di studi, iscrivetevi al nostro primo webinar il 15 marzo alle 15 . 

Vi aspettiamo!!

Ringraziamo per la foto “Fight!”  Aislinn Ritchie

Multinclude: raccontateci come si fa l’inclusione nell’educazione

L’Associazione DSchola è partner del progetto Multinclude, realizzato grazie al supporto del Programma Erasmus+ ed è finalizzato alla valorizzazione di buone pratiche di inclusione nell’educazione.

Il progetto nella fase iniziale si occupa della raccolta di casi di progetti e iniziative di inclusione che partono dal basso, e che siano volte a ridurre la non equità verso gruppi sotto rappresentati (per provenienza, condizione socio economica, condizioni di salute). Il focus del progetto è sul percorso finalizzato all’istruzione superiore, ma siamo interessati a tutti i gradi di istruzione e anche educazione formale e non formale.

Il progetto adotta una metodologia  evidence based. Le migliori pratiche saranno pubblicate sul sito del progetto www.multinclude.eu e valorizzate a livello europeo attraverso una community aperta e un corso di formazione aperta online (MOOC).

Il progetto realizzerà uno strumento di autovalutazione che sara’ messo a disposizone delle scuole  sul rischio di esclusione.

Per condividere o segnalare  una buona pratica vi preghiamo di scrivere entro il 30 giugno a eleonora.panto@associazionedschola.it  e sarete contattati per una breve intervista telefonica.

Nel mese di settembre tutte le pratiche selezionate saranno visibili sul sito di progetto.