L e-learning per l innovazione e il trasferimento di conoscenze

Il 22 settembre 2010 dalle ore 9,30 nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Torino in via Verdi 8 si terrà il convegno “L’E-LEARNING PER L’INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE: PROSPETTIVE PER GLI ATENEI, LE AZIENDE E IL TERRITORIO” promosso dal CISI,
Centro Interstrutture di Servizi Informatici e Telematici per le Facoltà Umanistiche dell’Università di Torino.

Leggi tutto “L e-learning per l innovazione e il trasferimento di conoscenze”

CLIL: QUALE DOCENTE?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Vi scrivo per segnalare che lend – lingua e nuova didattica –, in collaborazione con British Council, BCLA Ambassade de France, Goethe-Institut Roma, organizza per il prossimo autunno due giornate pedagogiche CLIL (CLIL: QUALE DOCENTE?) che si terranno a Bologna per il centro-nord e a Salerno per il centro-sud rispettivamente il 25 e il 27 ottobre.
Leggi tutto “CLIL: QUALE DOCENTE?”

In principio era il dito…

cappella_sistina Oggi parliamo dei dispositivi di puntamento per i computer. Il più diffuso è sicuramente il mouse che, da ben 25 anni, è il sostituto elettronico del nostro dito.  Con il mouse tutti ci siamo abituati a muovere una freccina sullo schermo per andare a premere i pulsanti virtuali con gesti come il clic e il doppio clic.  Ora l’avvento dei nuovi computer, palmari, e telefonini con il touch screen sta ridando al dito la possibilità  di toccare direttamente pulsanti e icone e di comandare i computer con semplici gesti. Si può parlare, quindi, non di una innovazione, ma di un ritorno alle origini, tanto più che gli schermi sensibili al tocco esistono, come il mouse già  dalla fine degli anni ‘60 del secolo scorso.

In realtà  il successo del mouse, che si diffonde grazie all’Apple Macintosh nel 1984, è dovuto principalmente alla sua economicità : Negli anni ‘70  i touch screen e le tavolette grafiche erano prodotti già  molto usati presso i centri di calcolo e i centri di ricerca ma erano anche molto cari, troppo per una diffusione di massa.

Parallelamente alla genesi del mouse, negli anni ‘70 si sviluppano principalmente tre tecnologie di puntamento: Touch Screen, Penna Ottica e Tavoletta Grafica. In un certo senso anche i tasti funzione si sviluppano come touch screen economici: i tasti F1-F12 che troviamo oggi sulle tastiere una volta venivano montati a fianco dello schermo, così come accade ancora oggi per alcuni terminali bancomat. Sullo schermo appariva una scritta in corrispondenza del pulsante più vicino a lato dello schermo.

penna ottica c64 La penna ottica è stata per molti anni una valida alternativa economica dei touch screen: si basava su una biro con un sensore ottico  (nelle sale videogiochi era una pistola) che era in grado di intercettare il passaggio del pennello elettronico dei tubi catodici. Ll pennino era collegato necessariamente con un filo ed il funzionamento era molto preciso. Tanto che anche con computer economico come il Commodore 64 e un televisore di grande formato era possibile realizzarsi già  negli anni ‘80 una bella lavagna interattiva multimediale. L’avvento dei televisori a 100 Hertz e degli schermi LCD ha definitivamente mandato in pensione questa tecnologia legata strettamente ai tubi catodici e ai TV di prima generazione.

digitizer Le tavolette grafiche (digitizer) si diffondono sempre negli anni ‘70 come strumenti di disegno di precisione per professionisti e centri di ricerca. Si basano su un pannello elettronico in grado di rilevare la posizione di un pennino o di un puntatore mediante diversi tipi di tecnologie. Inizialmente i pennini erano collegati con un filo alla base, ora sono senza fili. Questa tecnologia è stata utilizzata sulla prima generazione di Tablet PC abbinando uno schermo LCD alla tavoletta ed è attualmente molto usata nelle Lavagne Interattive Multimediali che non sono Touch Screen. Molte tavolette di dimensioni compatte ed economiche vengono anche usate da persone che preferiscono la biro al mouse.

hp_150_touchscreen_1bI primi prototipi di schermi sensibili al tocco risalgono agli anni ‘60,  mentre bisogna aspettare fino al 1983 per trovare in vendita uno dei primi computer dotati di schermo sensibile al tocco: l’HP 150. Dal punto di vista tecnico il touch screen può essere realizzato con diverse tecnologie ed è in molti casi utilizzabile indifferentemente con le dita e con pennini che si rivelano più adatti per scrivere e disegnare. Negli ultimi computer e smartphone stiamo, però, assistendo ad un progressivo abbandono del pennino, segno che la precisione di questi schermi è sempre maggiore e che forse anche il pennino non è più così indispensabile. La tecnologia, che inizialmente intercettava il tocco di un singolo dito, oggigiorno è in grado di intercettare anche tocchi multipli (più dita, più mani) e gesti.

iPad-multitouch Il Touch Screen di oggi è una tecnologia che, forte di 50 anni di sviluppo ininterrotto, si sta imponendo con forza su tutti i nuovi dispositivi grazie al definitivo abbattimento dei costi e al supporto integrato in tutti i moderni sistemi operativi.

Quindi gli anni ‘10 del terzo millennio saranno gli anni del ritorno al dito e alla manualità  di gesti e operazioni, avremo computer con schermi sempre più importanti e saremo in grado di comandarli con dei semplici gesti delle mani. Non sappiamo ancora se abbandoneremo mouse e tastiera ma, forse ci dimenticheremo di concetti come clic e tasto destro e impareremo a fare tap, pinch, flick, zoom, scroll…

Ne riparliamo alla “Rivoluzione Multi Touchâ€? Il 29 di aprile presso l’ITI Majorana di Grugliasco, Non mancate…
www.itismajo.it/prenota_touch

http://it.wikipedia.org/wiki/Mouse
http://en.wikipedia.org/wiki/Digitizing_tablet
http://it.wikipedia.org/wiki/Touch_screen
http://en.wikipedia.org/wiki/Light_pen
http://it.wikipedia.org/wiki/Penna_ottica
http://it.wikipedia.org/wiki/Multi-touch

HI-TEC 2010 Una proposta di orientamento attivo del Politecnico di Milano

HI-TEC è un’esperienza didattica innovativa, per studenti “eccellenti” di scuola secondaria di secondo grado interessati ai temi scientifico-tecnologici.

HI-TEC offre una didattica mista, 30 ore online su piattaforma eLearning e una settimana in presenza (dopo la fine della scuola) presso il campus del Politecnico di Milano, con un formato pedagogico innovativo che coinvolge gli studenti in un’attività multidisciplinare e progettuale. Il corso si propone i seguenti obiettivi:

  •  Sviluppo di conoscenze: fare acquisire agli studenti nozioni specifiche di carattere metodologico e scientifico in varie discipline, da quelle tecniche a quelle non tecniche ad esse correlate;
  • Sviluppo di abilità generali: saper lavorare con efficacia in gruppi di progetto multidisciplinari e gestire progetti complessi con sofisticata innovazione tecnologica;
  • Sviluppo di atteggiamenti: aumentare la percezione positiva verso settori disciplinari scientifico-tecnologici; comprendere la complessità ed interesse delle nuove professioni che coniugano scienza e tecnologia; stimolare il gusto per la creatività innovativa e la nuova imprenditorialità.

Leggi tutto “HI-TEC 2010 Una proposta di orientamento attivo del Politecnico di Milano”

Una piattaforma elearning italo-coreana per le scuole

La piattaforma learnwithelsi nasce dalla collaborazione di un’azienda torinese (elerom) e una società coreana ed è disponibile on-line all’indirizzo www.learnwithelsi.com

Diversamente da altre piattaforme di e-learning, learnwithelsi è stata pensata per le scuole e le agenzie formative, a cui non interessa farsi carico degli aspetti piu’ informatici di gestione delle piattaforma e vogliono concentrarsi sui contenuti didattici.

Leggi tutto “Una piattaforma elearning italo-coreana per le scuole”

Dschola per Internet sicura: workshop all’ITI Majorana

Internet sicura a  scuola a costo zero: il 17 novembre si svolgerà  il workshop all’ITI Majorana di Grugliasco per imparare ad  installare il firewall Asso.Dschola con il filtro per la navigazione dell’Universita’ di Tolosa.

L’istituto tecnico industriale Ettore Majorana di Grugliasco, nell’ambito delle attività di assistenza alle scuole Piemontesi organizzata dall’Associazione Dschola, promuove l’utilizzo sicuro di internet grazie a una soluzione open source in grado di proteggere la navigazione nelle scuole.

Il workshop è rivolto ai responsabili di laboratorio, di rete e ai tecnici e richiede

conoscenza di base delle reti TCP/IP.

Martedi 17/11/2009 Ore 14

Tutor: Dario Zucchini, Alberto Maccario, Onofrio Dilella

ITIS Ettore Majorana – Via Baracca, 80 – Grugliasco (TO)

Il seminario è rivolto ai responsabili di laboratorio, di rete, ai
docenti funzioni strumentali e referenti per le TIC e agli e-tutor e
ai docenti coinvolti da LIM e Classi 2.0
Iscrizioni ai corsi/seminari organizzati presso l’ITI Majorana di
Grugliasco (TO):
www.associazionedschola.it/majorana/iscrizioni.htm

Calendario regionale di tutta la formazione Dschola:
www.associazionedschola.it/formazione.aspx
Leggi tutto “Dschola per Internet sicura: workshop all’ITI Majorana”

Autunno caldo: tanti corsi gratuiti dall’Associazione Dschola

Prosegue intensamente l’attivita’ di supporto e consulenza a cura dei Centri Dschola verso le scuole piemontesi a cui si affianca un ricco calendario di corsi gratuiti.

ATTENZIONE LA DATA DEL SEMINARIO E’ CAMBIATA!!
Innovazione sostenibile: Classi 2.0, LIM e Laboratori – corso di sopravvivenza   è  il seminario formativo e di confronto, previsto per il 10  9 novembre pomeriggio , per aiutare le scuole nella progettazione e nella gestione delle tecnologie. Con lo scopo di rendere affidabile e sostenibile nel tempo l’introduzione delle TIC a scuola. Per ridurre al minimo i costi di gestione, eliminare la manutenzione e garantire un uso quotidiano di tutto ciò che è stato e che sarà installato nelle scuole in questi anni di continua “innovazione”

A seguito delle reiterate richieste ci saranno tre edizioni del corso su Sharepoint e non mancheranno gli appuntamenti per chi sceglie l’open source, usando la soluzione Joomla. Su entrambe queste due piattaforme l’Associazione offre ospitalita’ gratuita alle scuole che volessero aprire un proprio sito web su una delle due soluzioni proposte.

L’associazione risponde anche alle esigenze delle scuole che necessitano di soluzioni per la navigazione sicura, attraverso il seminario su  “AssoDSchola”  che presenta le soluzioni software e hardware individuate dagli esperti.

Tutte le informazioni su calendario, sedi e iscrizioni sul sito dell’Associazione Dschola:

http://www.associazionedschola.it/

 
Leggi tutto “Autunno caldo: tanti corsi gratuiti dall’Associazione Dschola”

Dschola e CardioTeam per la prevenzione delle malattie cardiovascolari

Si svolgerà venerdi 18 settembre presso l’ITIS Avogadro di Torino alle ore 15.30 il primo incontro tra la CardioTeam Foundation e l’Associazione Dschola, finalizzato a sensibilizzare gli studenti sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari.
L’impegno rivolto ai ragazzi e’ ritenuto dal  dottor Marco Diena- cardiochirurgo, fondatore e presidente della Cardioteam Foundation onlus- uno degli obiettivi principali della Fondazione nell’ambito della promozione della salute e della prevenzione.

I dati che emergono dagli studi identificano, infatti, l’adolescenza come fascia di età durante la quale si creano le premesse (obesita’ e sovrapeso, ipertensione, sedentarieta’, errata alimentazione) per quelle che saranno le grandi patologie dell’età adulta (le malattie cardiovascolari si confermano prima causa di morte nei paesi occidentali).

Leggi tutto “Dschola e CardioTeam per la prevenzione delle malattie cardiovascolari”

Dismissione RUPAR – Seminario informativo

Entro il 15 settembre 2009 verranno dismessi i servizi RUPAR per le scuole (Servizio Universale) di posta elettronica e di filtro per la navigazione protetta. Dal 30 settembre verranno chiusi anche il dominio “scuolepiemonte.it” e i siti delle singole scuole ospitati su tale dominio.

Per le scuole che ancora usano questi servizi si pone il problema urgente di trovare alternative e di conoscere le migliori e più economiche soluzioni per le scuole.

Per aiutare le scuole in questa fase di transizione Dschola organizza una prima azione di mutuo soccorso come recita lo slogan “le scuole per le scuole”, dove verranno presentate le possibili alternative, i servizi offerti da Dschola e le relative procedure di migrazione.

Il seminario è rivolto ai dirigenti scolastici, ai webmaster, alle figure strumentali area TIC, alle figure di sistema ForTIC B e C, ai responsabili di laboratorio/rete delle scuole e agli amministratori pubblici del settore scuola.

RUPAR Phasing Out – Consigli per la migrazione Giovedì 10 settembre 2009 ore 9.00-12.00
Auditorium ITI Majorana Via Cantore 119 – Grugliasco
è gradita la prenotazione on line su http://www.itismajo.it/rupar

Per ulteriori informazioni: Dario Zucchini ITI Ettore Majorana Centro di Servizio, Animazione e Sperimentazione csas@itismajo.it

iniziativa a cura di Associazione Dschola www.associazionedschola.it

Leggi tutto “Dismissione RUPAR – Seminario informativo”

Proposte dal Museo A come Ambiente per la scuola

Una delle mission del Museo A come Ambiente è di aiutare il mondo della scuola a realizzare percorsi didattici su energia, mobilità, rifiuti, acqua, in stretto rapporto con i curricola di tutti i livelli scolastici, per tutte le età.
I docenti possono utilizzare il Museo per:

  • entrare gratuitamente per una visita guidata su prenotazione, prima di venire in visita con la classe, da settembre a novembre, al lunedì e al giovedì, come singoli o gruppi;
    Leggi tutto “Proposte dal Museo A come Ambiente per la scuola”