Dall’e-book alla LIM Nuovi libri per una scuola digitale

Per conoscere in anteprima il futuro del libro digitale l’Associazione Dschola, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, il Comune Grugliasco, l’Istituto Tecnico Industriale Ettore Majorana, il CSP Innovazione nelle ICT, la rete ENIS delle scuole europee Innovative, SEI, Il Capitello, Hyperfilm, Mondadori, Loescher, Zanichelli e Fondazione Ultramundum organizzano un seminario nazionale dove verranno presentati i prodotti più innovativi dedicati all’apprendimento: interfacce 3D e touchscreen, timeline, dizionari tascabili, libri configurabili dal docente, hypervideo e ambienti di apprendimento evoluti pensati appositamente per poter essere utilizzati in classe sull’hardware di nuova generazione come LIM, Tablet e Netbook.

 I dispositivi digitali su cui poter studiare, fare ricerche ed eseguire software di vario tipo sono sempre più economici e potenti: LIM, netbook, smartphone e tablet sono pronti per essere utilizzati quotidianamente in tutte le aule scolastiche. Il progetto Scuola Digitale del MIUR sta proponendo le prime sperimentazioni con LIM e Classi 2.0 ma ci sono già famiglie pronte ad acquistare per i propri figli netbook o tablet di ulti…ma generazione con la speranza che questo comporti nuove metodologie e contenuti innovativi.

Quali saranno i contenuti didattici da utilizzare su questi dispositivi? Come si trasformerà il libro scolastico nel formato digitale oramai obbligatorio? I testi in formato elettronico saranno la semplice trasposizione del cartaceo o sfrutteranno le capacità di calcolo e l’interattività di questi nuovi dispositivi?

Il seminario è aperto al pubblico edè rivolto, in particolare, agli esperti di didattica, agli autori, ai docenti e dirigenti scolastici, ai docenti coinvolti in Classi 2.0 e LIM, agli educatori, alle figure strumentali area TIC, alle figure di sistema ForTIC B e C, ai responsabili di laboratorio/rete delle scuole e alla pubblica amministrazione.

ebook: quando il libro diventa digitale, oltre il pdf

Segnaliamo questo interessante articolo di Francesco Leonetti ( espertoweb ) sugli ebook..

che comincia così:
“Intendiamoci. Un ebook non è il file che si scarica online, si carica sulla pennetta USB e ci si scambia via email. Quello non è un ebook, bensì il file di un libro. Molto probabilmente un file del genere è in formato PDF o .DOC. Un file PDF è un libro liofilizzato. Viene scambiato per via digitale, ma poi fruito e usato eminentemente per via analogiche, su stampanti a getto d’inchiostro o laser se gli va bene. Proprio come la minestrina liofilizzata Knorr, a cui basta aggiungere un po’ d’acqua per farle assumere la rassicurante fisicità che è propria della minestra.
Provate a visualizzare un file PDF su un dispositivo per la lettura di ebook, ad esempio su un Kindle, Neobook, eccetera. Vi accorgerete come la minestra non venga bene, perché il PDF non riesce ad adattarsi alle caratteristiche del dispositivo chiedendo solo una morte: la stampa. La solita triste minestra. proseguite la lettura qui “

http://www.espertoweb.it/articolo.php?id_articolo=ebook
Leggi tutto “ebook: quando il libro diventa digitale, oltre il pdf”

Serve ancora il libro di testo?

Il workshop Schoolbookfest si svolgera’ a Fosdinovo nell’ambito della Ebookfest, .

All’evento ci sarà la presenza de “La scuola che funziona” la vivace community di insegnanti italiani avviata un anno fa da Gianni Marconato, che proprio in questi giorni ha avviato una discussione sul senso dei libri di testo nella scuola.

Un giro sul forum “Serve ancora il libro di testo” è caldamente consigliato a tutti.

Leggi tutto “Serve ancora il libro di testo?”

Open Education al Salone del Libro – 13 maggio 2010

Giovedi 13 maggio alle 15.30 Salone del Libro Stand della REgione Piemonte,  tavola rotonda su Open Education: ci saranno Rosanna de Rosa direttore di  Federica, il primo progetto italiano di opencourseware ad essere su Itunes, Juan Carlos de Martin e Federico Morando di Creative Commons Italia che presenteranno le iniziative del Centro Nexa e Cecilia Cognigni di AIB Piemonte che parlerà del rapporto fra open education e biblioteche. Modera Eleonora Pantò

A partire dal concetto di OpenEducation, che nasce dall’incontro dei paradigmi elearning, open source software e licenze creativecommons la tavola rotonda, della durata di dirca 1.30 intende approfondire il tema dei contenuti aperti.
Il modello a cui spesso si fa riferimento per  le Risorse Educative Aperte (OER – Open Education Resources) è quello del MIT ma sono moltissime oggi nel mondo le realtà che discutono e affrontano questo tema da angolazioni diverse. Il dibattito è stato avviato grazie al supporto strategico dell’UNESCO e ai finanziamenti sostanziosi della Hewlett William and Flora foundation.

I contenuti aperti sono  oggi considerati uno dei temi chiave nel mondo educativo, come ha evidenziato il rapporto Horizon 2010 (The 2010 Horizon Report http://wp.nmc.org/horizon2010 curato da  The New Media Consortium e EDUCAUSE Learning Initiative) unitamente a mobile computing, ebook, realtà aumentata, interfacce naturali (gesture based computing) e analisi visuale dei dati.

A partire dagli indirizzi internazionali, quali può essere sull’impatto dei contenuti aperti sulla didattica in Piemonte e in Italia,  in riferimento alle nuove indicazioni del MIUR sui libri elettronici per le scuole ? Qual potrebbe essere l’impatto in termini piu’ ampi di diffusione della lingua italiana nel mondo sia in riferimento alla recente approvazione della legge regionale sul software libero che prevede anche traduzioni e realizzazione di materiali didattici?

Leggi tutto “Open Education al Salone del Libro – 13 maggio 2010”

Nell’era dell’ebook il libro diventa on demand

Una azienda italiana ha sviluppato e brevettato un sistema di stampa on demand in grado di stampare e confezionare sul momento un libro di qualsiasi formato. Il sistema è in grado di stampare fino a 800 libri all’ora diversi fra loro.
Anche se non è una risposta definitiva alla crisi dell’editoria tradizionale – sempre più in competizione anche con il Web e con gli ebook reader – è una opportunità per consentire la stampa di poche copie di qualsiasi libro e offre la possibilità di far vivere per sempre il catalogo di un editore. Potrebbe essere il completamento ideale degli ebook: un libro che ci piace avere su carta o che non si trova più potrà essere sempre ristampato in pochi secondi.

Leggi tutto “Nell’era dell’ebook il libro diventa on demand”

Convegno sul futuro del libro scolastico: Bologna 26 marzo 2010

L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna ha organizzato un convegno dal titolo “Verso il 2011: il domani dei libri, i libri di domani” che si terrà a Bologna venerdì 26 marzo 2010 dalle 9.30 fino alle 17.00, presso l’Archiginnasio (Sala dello Stabat Mater, piazza Galvani 1) nell’ambito della rassegna Bolibrì dedicata al libro per il mondo dei ragazzi.
Leggi tutto “Convegno sul futuro del libro scolastico: Bologna 26 marzo 2010”

Collaborare alla stesura di libri di testo digitali

Ci scrive SILVERIO CARUGO, Rettore di DIDASCA – The First Italian Cyber Schools for Lifelong Learning www.didasca.org

1. LItalia è il primo paese al mondo ad avere imposto per legge la sostituzione dei libri di testo in formato cartaceo con i libri di testo in formato digitale (o misto).


Questa operazione – che dovrà essere completata entro la primavera del 2011 – permetterà alle famiglie di beneficiare di una riduzione del 40 / 50 per cento dell’onere che in passato esse dovevano sostenere per l’acquisto dei libri di testo.

Tuttavia, detto onere potrebbe venire ridotto in percentuale ben maggiore se un numero sempre più elevato di libri di testo digitali fosse autoprodotto dagli stessi insegnanti.

Leggi tutto “Collaborare alla stesura di libri di testo digitali”

8000 libri regalati ai licei di Rimini – Pinocchio nella rete

Guaraldi Editore, in collaborazione con Liceo Scientifico Einstein di Rimini organizza per sabato 24 ottobre 2009, ore 10 organizza Pinocchio nella rete un burattino multimediale con il Prof. Gian Marco Malagoli
 
Lo stesso giorno l’editore regalerà 8000 volumi ai licei di Rimini per protestare contro la pratica di mandare al macero i libri invenduti (leggi articolo http://www.guaraldi.it/images/carlino_classici.jpg). 
Leggi tutto “8000 libri regalati ai licei di Rimini – Pinocchio nella rete”