Arriva HTML5: finisce la moda dell’accessibilità?

Le specifiche iniziali dell’HTML prevedevano una regola molto innovativa per gli informatici del tempo: un tag errato o non riconosciuto viene semplicemente ignorato senza provocare fastidiosi messaggi di errore. Con questa regola si consentiva il libero sviluppo di nuove caratteristiche lasciando, comunque, il testo della pagina sempre leggibile e quindi accessibile (utilizzabile cioè da dispositivi per la lettura assistita come sintetizzatori vocali e barre braile).

Negli anni 2000, però, il proliferare di siti web realizzati totalmente in grafica photoshop o animazioni flash, che non contenevano niente di leggibile,  ha portato alla necessaria definizione di un insieme di regole per un uso più restrittivo dell’HTML e alla introduzione dei concetti di usabilità e accessibilità delle pagine web.

Nel 2004 arriva in Italia la legge per tutelare il diritto d’accesso delle persone diversamente abili ai servizi informatici e telematici della Pubblica Amministrazione, la cosiddetta “Legge Stanca”.  Chi sviluppa siti web si deve ora confrontare con i 22 requisiti previsti dalla legge (DM 8 luglio 2005) e con severissimi validatori automatici che controllano il codice presente nelle pagine web.

La lodevole iniziativa viene però cavalcata, come spesso succede nell’informatica, da estremisti della programmazione che si autoimpongono anche a livello di W3C ((l’ente mondiale che governa lo sviluppo degli standard del web) regole estremamente restrittive e rigide per la scrittura del codice HTML disincentivando qualsiasi tipo di contenuto multimediale (il nemico principale è Flash ma anche il browser di Microsoft – ci vuole sempre un nemico). Il linguaggio scelto per questa operazione è principalmente l’XHTML che associa alcune proprietà dell’XML con le caratteristiche dell’HTML realizzando un ambiente dalla sintassi molto restrittiva che metterà in difficoltà non pochi webmaster.

Ma, la visione del web accessibile che privilegiava esclusivamente il contenuto testuale e l’inutile ortodossia del linguaggio di programmazione si è scontrata, in questi anni, con i servizi  ad altissima vocazione multimediale come You Tube che, nello stesso periodo, hanno conquistato il mondo con la loro inarrestabile crescita. Così, mentre i browser rimanevano di bocca buona masticando qualsiasi tipo di tag conosciuto e sconosciuto senza grossi problemi il web ha rilanciato Flash e la sua capacità di veicolare video, videoconferenze e contenuti in alta definizione.

Ora lo stesso W3C ha cambiato rotta abbandonando l’XHTML e sviluppando il nuovo HTML 5 con una profonda vocazione multimediale e interattiva, integrando all’interno di ogni browser moltissime delle capacità multimediali che, fino ad oggi, solo strumenti esterni come Java o Flash potevano offrire.

Il web cambia di continuo e, per fortuna, ora avremo a disposizione siti sempre più ricchi da usare su pc, tablet e smartphone. Un nuovo rinascimento multimediale  che non andrà necessariamente a scapito dell’accessibilità.

L’inutile rigore dell’XHTML e il clima di caccia alle streghe per i contenuti multimediali (combinazione proprio quelli che alle scuole riescono meglio!) sarà solo un brutto ricordo del passato. Il linguaggio XHTML, comunque, non è del tutto defunto ed è ora alla base del nuovo formato ePub per il libri digitali, un ruolo che gli è sicuramente più congeniale.

Ora anche le regole per l’accessibilità dei siti web dovrebbero essere riscritte e aggiornate al nuovo standard del web, magari con più sostanza e meno rigore formale… ma probabilmente ciò non accadrà mai.

associa alcune proprietà dell’XML con le caratteristiche dell’HTML: un file XHTML è un pagina HTML scritta in conformità con lo standard XML. Il linguaggio prevede un uso più restrittivo dei tag HTML sia in termini di validità che in termini di sintassi per descrivere solo la struttura logica della pagina

Autismo e Tecnologie

tavolo multitouch

Il 2 aprile, in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo, ASPHI, in collaborazione con ASL CN1 e C.A.S.A., organizza il seminario “Autismo e Tecnologie” presso il Centro Autismo e Sindrome di Asperger, con sede presso l’Ospedale di Mondovì (CN).

C.A.S.A. (Centro Autismo e Sindrome di Asperger) è il più grande centro italiano sul tema; inaugurato da poco più di un anno è diretto dal Dott. Arduino, psicologo e dal Dott. Fioretto, neuropsichiatra.

In collaborazione con loro ASPHI ha ideato questo seminario dedicato ad una miglior conoscenza del “fenomeno autismo” e alle possibili applicazioni informatiche esistenti per operare su questo disturbo.

 

Verrà presentata anche la demo dell’applicazione “Touch for Autism” realizzata da CSP scarl

Maggiori informazioni:
http://www.asphi.it/Notizie/2011/SeminarioAutismoTecnologie/SeminarioAutismoTecnologie.htm

Demo T4A

 

Leggi tutto “Autismo e Tecnologie”

Sostegno streaming: formazione per e tra insegnanti di sostegno e curricolari

L’Istituto Pertini di Ovada in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Alessandria, l’ITD di Genova e altri enti, organizza nel periodo marzo-maggio 2011 un ciclo di tre incontri per la formazione degli insegnanti di sostegno e curricolari.

Sarà utilizzata la videoconferenza, sia in modalità diretta che in differita; a ciascuna delle tre trasmissioni saranno associati altrettanti forum di discussione. Le trasmissioni affronteranno i seguenti argomenti:
1-Utilizzo didattico della multimedialità con alunni gravemente disabili;
2-Teorie dell’intelligenza;
3-La fatica dell’insegnante.
Leggi tutto “Sostegno streaming: formazione per e tra insegnanti di sostegno e curricolari”

INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI: TROPPI DIRITTI NEGATI

Segnaliamo questo interessante articolo dal sito Disabili.com

Qual’è la reale condizione degli alunni con disabilità?

L’Istat ha recentemente pubblicato l’indagine riguardante le risorse e gli strumenti di cui sono dotate le scuole per permettere e favorire l’inserimento scolastico degli alunni con disabilità. La presenza di alunni con disabilità è notevolmente aumentata, ma quasi 10.000 studenti non hanno visto rispettare il proprio diritti al progetto educativo individuale, troppe scuole non sono ancora accessibili e l’insegnante di sostegno ricopre un ruolo ancora marginale.

IL DATO POSITIVO – L’indagine si riferisce alle scuole statali e private, per gli anni scolastici 2008/2009 e 2009/2010. E’ necessario premettere che la presenza di alunni con disabilità nella scuola primaria è praticamente raddoppiata, passando dall’,7% al 2,6% del totale della popolazione studentesca in dieci anni.

 Nella scuola secondaria l’incremento è addirittura superiore.

Nelle scuole italiane studiano oltre 130 mila alunni con disabilità (circa 73 mila nelle primarie e 29 nella secondaria), di cui solo un terzo di sesso femminile. Gli alunni disabili sono mediamente più vecchi dei propri compagni di classe, il che implica necessariamente che le bocciature siano molto frequenti.
Gli studenti disabili che frequentano le scuole italiane sono soprattutto ragazzi con disabilità cognitive (circa il 40%), il 17% sono affetti da disturbi generalizzati dello sviluppo, il 14% sono disabili motori  e nel 10% dei casi si tratta di disabilità sensoriali.

Continua a leggere qui
Leggi tutto “INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI: TROPPI DIRITTI NEGATI”

Enable Viacam: muover il mouse con la testa

Enable Viacam, o eViacam, è un programma che sostituisce la funzionalità del mouse permettendo di muovere il puntatore con il movimento della testa. Funziona in un PC equipaggiato con una webcam, senza accessori addizionali. eViacam è basato sul programma Ratón Facial premiato con vari premi.

Ulteriori informazioni qui: http://eviacam.sourceforge.net/eviacam_it.php<_/a>

Leggi tutto “Enable Viacam: muover il mouse con la testa”

ViVo 2 e il computer parla

ViVo 2 la possibilità di scaricare gratuitamente un programma che permette di far parlare i pc. ViVo 2 è un programma gratuito per aiutare le persone che hanno problemi di vista: i programmi per leggere il testo del computer sono a pagamento, e complessi mentre questo programma semplica l’utilizzo del pc enon ha costi. Il software è disponibile sia nella versione Standard installabile che nella versione Portable. La versione Standard non effettua una vera installazione ma farà in modo di avviare il programma in automatico all’avvio del computer. L’avvio automatico può essere disattivato facilmente e non serve disinstallazione, ma basta semplicemente cancellare una cartella e qualche icona. La versione USB Portable può essere utilizzata in qualsiasi computer senza alcuna installazione, basta inserire la chiavetta. In sintonia con la politica di diffusione del software libero, open source e free, l’Istituto Majorana di Gela ha perfezionato questa nuova versione della splendida suite gratuita, grazie al lodevole lavoro di Silvio Affaticati (Ylvo COMPANY). La versione 2 racchiude, in uno, ancora maggiori applicazioni indispensabili a quanti hanno problemi di vista (ipovedenti, non vedenti, dislessici, ecc…) o a quanti vogliono, per qualsiasi motivo, che il computer legga tutto quanto visualizzato sullo schermo.
Leggi tutto “ViVo 2 e il computer parla”

Sindrome di Rett – Ipermedialita’ e apprendimento con il computer

Il 5 novembre alle ore 14.30 presso la Sala Cassa di Risparmio di Tortona (AL) sarà presentato il laboratorio di validazione su un nuovo software realizzato nell’ambito del progetto promosso dalla Scuola Media Pertini di Ovada e sostenuto dal MIUR adatto a bambine con la Sindrome di Rett e per disabili molto gravi. Il corso si svolgerà nelle date 11-18-25 novembre al pomeriggio presso l”IS Marconi di Tortona

Per maggiori informazioni:  Maria Cristina Ferretti 0131 866 326

per Iscriversi al corso inviare un fax al numero 0131 862 767 oppure via mail a marconi@marcornitortona.it
Leggi tutto “Sindrome di Rett – Ipermedialita’ e apprendimento con il computer”

Beyond Paralympics – What’s your excuse? – 13 ottobre

What’s your excuse? – 13 ottobre

A fare da preludio al ricco calendario di eventi legati a Beyond Paralympics l’incontro imperdibile con John Foppe, il giovane “motivatore” americano, nato con gravi disabilità fisiche, conosciuto in tutto il mondo per le sue conferenze ad alto impatto emotivo, inserito dalla Junior Chamber nei “Ten Outstanding Young Americans”: un prestigioso riconoscimento che premia i giovani per i loro positivi contributi alla società.
Il suo libro What’s your excuse? Making the Most of what you have è stato tradotto in spagnolo, cinese, coreano, giapponese, tedesco, ungherese ed è stato adottato come libro di testo dall’Università di St. Louis.

QUANDO: 13 ottobre • ore 18
DOVE: Sala Conferenze GAM • Via Magenta 31 • Torino

Per maggiori informazioni clicca qui!

Leggi tutto “Beyond Paralympics – What’s your excuse? – 13 ottobre”

Progetto ViVo: ausili visivo vocali ovunque, chiavetta usb gratuita

Riportiamo questa ottima iniziativa a cura dell’IISS “E. Majorana – Gela (CL) www.istitutomajorana.it e del  Prof. Ing. Antonio Cantaro

 
<
In sintonia con la nostra politica di diffusione del software libero, open source e free, abbiamo realizzato questa splendida suite gratuita, grazie al lodevole lavoro di Silvio (Ylvo COMPANY). Essa racchiude, in uno, numerose applicazioni indispensabili a quanti hanno problemi di vista (ipovedenti, non vedenti, dislessici, ecc…) o a quanti vogliono, per qualsiasi motivo, che il computer legga tutto quanto visualizzato sullo schermo. ViVo presenta numerose caratteristiche e funzionalità, indicate nel seguito, ma quella che lo rende unico al mondo, oltre che avere tutto a portata di click, è la portabilità. Inserendo ViVo in una chiavetta USB possiamo averlo disponibile su qualsiasi computer. Pensate ad un ipovedente che sia fuori dalla propria abitazione: con ViVo avrà la possibilità di potere usare, dovunque, il computer di altri (amici, vacanze, internet point, uffici pubblici, scuole, ecc..).
Leggi tutto “Progetto ViVo: ausili visivo vocali ovunque, chiavetta usb gratuita”

HANDImatica 2008

A Bologna – Palazzo dei Congressi il 27-28-29 novembre 2008 si svolgerà HANDImatica 2008 – Tecnologie per la qualità della vita.

Scopo di HANDImatica è presentare una panoramica delle soluzioni che le tecnologie ICT offrono alle persone disabili e di discutere ed approfondire gli argomenti più attuali relativi al tema disabilità.

 

Leggi tutto “HANDImatica 2008”