La Commissione europea lancia una consultazione pubblica in merito alle nuove strategie da adottare a partire dal 2005 per la Società dell'Informazione dei prossimi anni. La consultazione, che sarà gestita interamente on line sul sito web dedicato dell'Unione europea a partire dal 16 gennaio prossimo, ha l'obiettivo di raccogliere opinioni e pareri su quali dovranno essere gli orientamenti politici che entro il 2010 porteranno al completo raggiungimento degli obiettivi fissati dall'Agenda di Lisbona.



La consultazione fa parte di un più vasto dibattito sulle scelte future nel panorama Ict iniziato a maggio scorso con l'istituzione dell'eEurope Advisory Group e continuato il 19 novembre con l'adozione da parte della Commissione della Comunicazione “Challenges for Europe's Information Society beyond 2005: Starting point for a new EU strategy”, in cui vengono identificate una serie di sfide che assumono un peso rilevante per l'adozione di una futura politica per la Società dell'Informazione europea.

Tra i temi evidenziati nella Comunicazione, su cui la consultazione in questione chiama ad esprimere un'opinione, hanno una particolare importanza quello relativo all'inclusione digitale, ai servizi e ai contenuti digitali, ai pubblici servizi elettronici, alla formazione e al lavoro, al ruolo chiave dell'Ict come settore industriale, all'interoperabilità e alla sicurezza dei processi.

Per maggiori informazioni:
La notizia sul sito dell'Unione europea:
http://europa.eu.int/information_society/newsroom/cf/itemlongdetail.cfm?item_id=1507
La notizia dell'istituzione dell'eEurope Advisory Group: http://europa.eu.int/information_society/eeurope/2005/all_about/advisory_group/index_en.htm