Slitta ancora una volta l’introduzione obbligatoria dei testi digitali nell’editoria scolastica. Per il ministro Carrozza, i tempi non sono ancora maturi. Se ne riparlerà nel 2015.
Il ministro all’Istruzione Maria Chiara Carrozza sta per presentare un nuovo pacchetto di misure al Consiglio dei ministri del prossimo 9 settembre. Spicca, secondo fonti informate dei fatti, una significativa revisione del noto decreto Profumo che di fatto allungherà i tempi d’adozione dei testi scolastici in formato elettronico. Nello scorso luglio, lo stesso ministro all’Istruzione aveva incontrato i principali editori scolastici, sottolineando come l’accelerazione impressa all’introduzione dei libri digitali risultasse “eccessiva”.

Leggi gli articoli su Punto Informatico:
http://punto-informatico.it/3883581/PI/News/scuola-digitale-ancora-rimandata.aspx
http://punto-informatico.it/3855302/PI/Commenti/contrappunti-mostri-dell-e-learning.aspx

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.