In questi giorni molte scuole Piemontesi che hanno vinto il bando classi 2.0 stanno cercando notizie su come realizzare in tempi brevi un wireless campus.

Paola Limone Wireless Campus RivoliUna normale rete wireless realizzata con access point ti tipo SOHO (Small Office Home Office – quelli che si trovano nei negozi di informatica) non è in grado di connettere contemporaneamente più di 10 utenti. Questi access point domestici non funzioneranno mai correttamente se li mettiamo a lavorare con una intera classe di studenti dotata di tablet. I primi a collegarsi riusciranno a navigare, chi arriva dopo rimarrà scollegato e la connessione funzionerà a intermittenza.

Per supportare almeno una classe 2.0 c’è bisogno di access point in grado di accettare almeno 64 o meglio 128 connessioni simultanee (client) in modo da avere una riserva anche per connettere altri dispositivi wireless oltre ai terminali della classe. Si tratta di access point professionali che hanno un costo che può variare da 80 euro a diverse centinaia di euro.

Quindi per iniziare basta un solo access point ma deve essere quello giusto. Sorriso

Per trasformare tutta la scuola in un campus coperto da segnale wireless (come quelli presenti nelle università) basterà aggiungere un access point ogni due o tre classi. Non bisogna concentrarsi tanto sulla copertura quanto sul numero di utenti che l’antenna è in grado di servire. Ricordiamoci che il wireless campus è l’unica vera infrastruttura dal valore aggiunto che rimane alla scuola dopo la conclusione di una classe 2.0: La LIM e i computer rimarranno solo in una classe, il wireless campus può trasformare tutta la scuola ed essere usato anche per il registro elettronico o per i TeleTablet degli studenti.

Ovviamente questi access point non devono lavorare ciascuno per conto suo e non devono fare da ripetitori uno dell’altro ma devono funzionare all’unisono come una unica grande rete wireless. Per fare questo è necessario dotarsi di un sistema di management in grado di gestire tutti gli access point e anche le modalità di autenticazione e/o di gestione degli utenti. Esistono soluzioni sia software che hardware, anche gratuite, ma ciascuna soluzione controlla solo gli access point della stessa marca e serie. Per questo motivo, prima di acquistare più access point, è indispensabile valutare i costi del sistema di management e verificare che non ci siano limiti al numero di utenti o di access point. Per una scuola avere 1200 utenti wireless è normale, sono numeri tipici delle università e molto lontani dai numeri delle aziende.

Per fortuna per le scuole esistono access point che costano solo 80 euro, che supportano 128 client e che hanno pure un sistema di management gratuito senza limiti di utenti. Sorriso

Ulteriori informazioni:

http://share.dschola.it/scuoladigitalepiemonte

http://share.dschola.it/scuoladigitalepiemonte/Materiali%20Formazione/Wireless%20Campus.pptx

http://forum.indire.it/repository_cms/working/export/5045/files/Realizzare_rete_wireless_adatta_scuole.pdf

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.