L’Associazione Dschola è lieta di invitarLa alla presentazione del libro: Open TIC  Dalla teoria ai progetti  – a cura di Alessio Drivet, Emanuela Re, Tommaso Marino Petrini Editore. Ne discuteranno i professori Angelo Raffaele Meo (Politecnico di Torino) e Sergio Margarita (Università di Torino) presso l’ITI AVOGADRO Martedi 12 maggio 2009, ore 17.30 Cso San Maurizio, 8 10124 Torino
TEL: +39 0118153611
FAX: +39 0118153700

Si può usare un qualsiasi computer con il software libero? E’ possibile utilizzare dei programmmi durante le lezioni scolastiche e poter dire agli studenti, senza incorrere in reati penali, «scaricate il programma dal web» e usatelo? L’arrivo di un libro di testo che tiene conto della risorsa «open» risponde positivamente alle domande sopra riportate.

Il testo presentato vuole essere un agile strumento per imparare ad usare lo strumento computer, sia esso dotato di software commerciale che di programmi e prodotti open source. Per la prima famiglia il sistema operativo presentato è Vista, mentre i pacchetti di produttività personale sono della famiglia Office. Per il mondo Open la scelta è caduta su UBUNTU, uno dei prodotti più maturi anche sul fronte desktop e alla soluzione Openoffice, arrivata alla versione matura 3.0. Ma non mancano le descrizioni di programmi per il fotoritocco, per l’analisi dei suoni, per le mappe concettuali.

il Libro «Open TIC dalla teoria ai progetti» della casa editrice torinese offre materiali ampi, approfonditi e aggiornati per il lavoro, anche interdisciplinare, sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione attraverso la realizzazione di progetti. Il testo spiega in modo facile e visuale come usare il personal computer, dalle procedure di base fino alla realizzazione di progetti multidisciplinari.

La prima parte del testo è suddivisa in 11 Temi: 1 introduzione all’informatica; 2 utilizzare il computer; 3 computer e società; 4 multimedialità; 5 elaboratore di testi; 6 strumenti di presentazione; 7  foglio elettronico; 8 database; 9 internet; 10 posta elettronica;11 ipertesti.

Ciascun tema è articolato in unità di apprendimento (UA) di due pagine in cui i riferimenti all’ambiente open source sono evidenziati con un fondino giallo.

La seconda parte del testo è costituita da schede di Approfondimenti.

La terza parte è costituita da una serie di Progetti con un approccio multidisciplinare; si tratta di situazioni con un elevato grado di trasversalità (e anche di difficoltà) che permettono di applicare le competenze raggiunte dallo studente.