Playbook, a caccia di libri in rete

Al via la seconda edizione di Playbook, gioco sulla letteratura, promosso dalla Fiera internazionale del libro di Torino in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. Scopo del gioco è indovinare i titoli di cinque libri ed il tema che li lega, attraverso un percorso di duecentocinquanta domande di cultura generale: non solo letteratura, però, ma anche teatro, cinema, televisione. Si gioca a squadre (classi, gruppi interclasse, gruppi di lettura nati in biblioteca): per partecipare basta iscriversi gratuitamente su sito della Fiera del Libro

Per scoprire che spesso il libro sta proprio là dove non si pensava di trovarlo. I giocatori saranno invitati a ricostruire le connessioni tra la letteratura ed altre forme d’arte e, avanzando nel gioco, scopriranno che molti film e perfino alcune tra le più popolari serie televisive, sono tratte in realtà da libri, da testi teatrali o si basano su modelli narrativi classici.Oltre ad individuare titoli dei libri nascosti nella rete, i giocatori saranno invitati a scoprire, proprio come in una caccia al tesoro, anche l’elemento che lega i libri tra loro: un importante tema della letteratura ma anche un grande tema della vita quotidiana, come a sottolineare che le due realtà non sono poi così lontane. PlayBook mette in gioco non solo le conoscenze letterarie, ma anche la cultura generale e la capacità di fare ricerca dei giocatori. Al termine del percorso, i partecipanti avranno comunque avuto accesso a 250 schede (le risposte esatte), che permetteranno una conoscenza approfondita e trasversale delle tematiche culturali. Il meccanismo, da un lato, permette di attraversare in modo divertente la letteratura, dall’altro, crea la possibilità di comprendere l’itinerario con cui si costruisce una creazione narrativa. Verrà fornita ai giocatori una bibliografia di titoli di romanzi e racconti; si tratta di consigli di lettura ma anche di una possibile fonte di orientamento per la soluzione finale del gioco. Attenzione però: i titoli dei libri nascosti non sono contenuti nella Bibliografia! Le novità dell’Edizione 2008
Diventa anche tu autore. Playbook si arricchisce di un esercizio di creatività: nella seconda e nella terza tappa i giocatori diventeranno anch’essi autori del gioco. Attraverso la compilazione di un semplice form on line, i partecipanti saranno coinvolti in prima persona nella stesura di due “mini” tappe: scriveranno i quiz di cultura generale, sceglieranno due libri da nascondere nella rete e inventeranno gli indizi letterari relativi ai libri nascosti, secondo lo schema di Playbook.
PlayBlog. Sarà attivo, fin dalla prima tappa, un blog che accompagnerà la gara letteraria. Uno spazio per dubbi e domande, per commentare il gioco, per scambiarsi consigli di lettura, di cinema, e di musica.
Racconto a tappe. Un racconto che si compone di tappa in tappa. Non si tratta di un vero e proprio indizio ma di un elemento narrativo in più che contribuirà a costruire l’ambientazione del gioco e a dare dei suggerimenti sul tema da indovinare. I giocatori potranno leggere interamente il racconto solo se arriveranno alla fine del gioco.
Licia Troisi: avviso ai naviganti. Una benvenuto d’autore e d’eccezione attende chi partecipa, scritto da Licia Troisi scrittrice fantasy italiana, autrice, tra l’altro, della trilogia Cronache del Mondo Emerso, edita da Mondadori.


La squadra vincitrice avrà l’opportunità di visitare la Fiera Internazionale del Libro di Torino (8/12 maggio 2008), attraverso una visita ideata ad hoc per Playbook, per scoprire come funziona il mondo del libro e dell’editoria. L’impegno delle prime 10 squadre classificate verrà premiato con buoni libro.

Per partecipare: http://playbook.fieralibro.it/

Informazioni Settore scuola e ragazzi
Fiera Internazione del libro di Torino
Fondazione per il libro la musica e la cultura
Tel 011 5184268 interno 909 oppure 900

e–mail:
scuola@fieralibro.it