Il PC per i paesi in via di sviluppo XO rimarrà lo stesso ma il prezzo si abbasserà, consentendo una disseminazione universale del laptop solidale fra i bambini dei paesi emergenti. Questa la prospettiva che ha illustrato Nicholas Negroponte al meeting annuale della American Academy for the Advancement of Sciences

Negroponte ha difeso a spada tratta il progetto OLPC: le critiche piovute su XO a seguito dei ritardi nella produzione, del doppio aumento dei prezzi del fu laptop da 100 dollari vengono smentite dai risultati conseguiti negli ultimi mesi. La produzione del laptop procede a ritmo sostenuto, se ne producono 110mila esemplari al mese, il prezzo della macchina è destinato a scendere anche se aziende come la ASUS o la EVEREX stanno proponendo soluzioni commerciali molto più performanti a prezzi concorrenziali con OLPC.

Notizia su Punto Informatico:

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2193863