Qualche settimana fa, al doposcuola in rete, noto uno studente che ha windows movie maker aperto tra le “1000” finestre sul suo desktop.
La cosa mi incuriosisce e gli chiedo quale è il video… ma la risposta è molto più “innovativa” della domanda:
Il ragazzo ascolta la musica in streaming via internet – singoli brani o web radio – e la registra “in presa diretta” dal mixer audio con il movie maker. Dopodichè usa il software di montaggio (video) per ritagliare le canzoni e per salvarle (solo audio) sul suo lettore MP3/Wma.
Per un audiofilo come me la domanda sorge spontanea: ma la qualità ? “La qualità  è adatta al mio lettore Mp3, dipende da dove registro…”

In pratica lo studente fa quello che tutti noi da giovani facevamo con il registratore a cassette: registra la musica dalla radio in “analogico”. Non fa una copia digitale del file ma una seconda registrazione di qualità  inferiore, come ai tempi della cassetta. La qualità  audio è, però, di molto superiore alla vecchia cassetta e il “ritaglio” delle canzoni si fa in un attimo –> Geniale!

PS
So a cosa state pensando: Non si può fare la stessa cosa con i video! perchè, a differenza delle schede audio, le schede video dei PC non sono dotate di mixer video 😉

  1. Agli studenti disinvolti con queste tecnologie bisognerebbe dare più spazio; spesso loro non vedono riconosciute queste abilità  dalla scuola, invece importantissime nel mondo del lavoro. Molti professori sottovalutano queste abilità  spesso per paura del confronto; è una cosa tristissima. Se questi ragazzi fossero valorizzati si renderebbero utili alla classe e al docente stesso il quale, se poco abile nel campo, gli darà  una frande lezione di umiltà  e di curiosità  per il nuovo. Insomma, ww lo studente digitale!

  2. lo studente digitale è quello che Wim Veen chiama homo zappiens, che appartiene alla net-generation. La scuola in tutto questo dove sta??

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.