Formare un consulente “a misura di bambino”, cioè un professionista al servizio dell’infanzia con l’espresso compito di tutelare i minori e garantire il rispetto dei loro diritti e la soddisfazione dei loro bisogni. E’ questo l’obiettivo del master universitario “La tutela del Minore. Aspetti educativi, giuridici e psicologici” che il Carid, Centro di Ateneo per la ricerca, l’innovazione didattica e l’istruzione a distanza dell’Università degli Studi di Ferrara, attiverà nel prossimo anno accademico.

Il corso, unico con modalità didattica integrata e a distanza, è organizzato in collaborazione con le Facoltà di Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, con il patrocinio del Ministero della Giustizia (Dipartimento di Giustizia Minorile) e dell’Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna. La tutela del minore è uno dei problemi più complessi che richiede competenze, provenienti da contesti disciplinari molteplici e non sempre interrelati fra loro, esercitate da operatori di diversa formazione: giuristi, esperti di problematiche psicologiche (cioè psicologi, medici specialisti in neuropsichiatria infantile, psichiatria, pediatria e altro), esperti di processi educativi, insegnanti, educatori professionali, insegnanti di sostegno, psicopedagogisti, operatori dei servizi sociali, criminologi clinici, funzionari di Polizia. Fondamentale è allora che si riconosca e si utilizzi un linguaggio condiviso insieme all’elaborazione di strategie operative fondate a livello empirico, tali da costituire un sistema di garanzia nei confronti del minore, considerato soggetto di diritto, ma spesso senza una adeguata tutela. Scopo del master è sottolineare l’importanza che ha la conoscenza dei principali bisogni espressi dal bambino, in modo implicito o esplicito. Conoscenza indispensabile per prevenire i disagi e le probabili devianze. Nell’ambito del corso saranno poi affrontati temi utili all’operatore per il riconoscimento e la prevenzione di problematiche quali il disagio, il maltrattamento, l’abuso e la devianza del minore. I contenuti saranno trattati in modo interdisciplinare al fine di individuare e condividere un linguaggio comune alle diverse figure professionali che vengono chiamate a svolgere la loro peculiare azione di tutela verso il minore. Altro importante aspetto trattato sarà l’importanza del lavoro di rete che ogni operatore dovrà saper sviluppare e rendere proficuo. Per informazioni Segreteria Didattica Carid Tel. 0532/293439 e-mail tutela@carid.unife.it