L’insegnante vittima di adware è colpevole

Norwich (USA) – Rischia fino a 40 anni di carcere Julie Amero, l’insegnante del Connecticut dichiarata colpevole per aver corrotto la morale di una classe di ragazzini con un’invasione di popup dal contenuto esplicito che ha sommerso lo schermo del PC della scuola.

Pubblicato venerddì 16 febbraio su

[lib align=left type=image]http://www.dschola.it/images/library/puntoinformatico.gif[/lib]

Leggi tutto l’articolo