Galaxy Note II in azione a scuolaLi chiamano anche Phablet ma il termine che ci piace di più è TeleTablet. Sono telefonini con uno schermo talmente grande da sembrare dei tablet. In molti casi sono anche dotati di un pennino per prendere appunti e disegnare, risultando perfino più versatili dei tablet veri e propri.

Anche se l’oggetto dei desideri telefonici è sempre l’iPhone sto notando la propensione degli studenti ad avere gli schermi sempre più grandi: 5.5, 6 e anche 7 pollici, in effetti, non sono schermi irraggiungibili e costano meno di un melafonino.

Con schermi così grandi e con un pennino per prendere appunti, l’utilizzo didattico del TeleTablet è quasi scontato: ricerche in rete, libri digitali, produzione di elaborati e appunti diventano operazioni abbastanza agevoli e interessanti.

Per chi insegna o studia in una scuola superiore il TeleTablet può davvero essere un dispositivo rivoluzionario. Dal momento che gli studenti si dotano autonomamente dei telefonini alla scuola potrebbe bastare avere una buona connessione wi-fi e dare qualche direttiva sui dispositivi che è consentito (non obbligatorio) portare in classe per trasformare tutte le nostre classi in classi 2.0.

Ad esempio, al Majorana, attiviamo sulla rete wireless solo smartphone con schermo maggiore di 5 pollici proprio per incentivare l’uso di terminali adatti all’utilizzo didattico e non solo all’intrattenimento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *