Il CILTA – Centro Interfacoltà di Linguistica Teorica e Applicata “L. Heilmann” – organizza per il prossimo mese di Giugno 2006 un Corso per  insegnanti di lingua straniera dal titolo: “ICT as an instrument for  foreign language teaching: methodologies and practical application”



L’iniziativa che è stata inserita nel database europeo qui con il codice IT-2006-073.

Gli insegnanti europei, ma non italiani, interessati al Corso potranno  ottenere una borsa per la copertura delle spese di iscrizione, vitto ed  alloggio, fino ad un massimo di 1.500 euro.

Maggiori informazioni possono essere reperite  nel sito dedicato

ICT as an instrument for foreign language teaching: methodologies and practical application”

Cilta is proposing for the Summer 2006 an advanced in-training course focusing on the international context of didactical Web technologies and aimed at providing teachers instruments and tools for the acquisition of an autonomous role within the teaching-learning process, and in particular within the process of courseware production. With this objective, during the Course students will be asked to create their own teaching project: the multimedia content produced by the trainees will be collected on individual Web sites for a presentation to the class.

The structure of the Course, developed over a two week period, will allow a more theoretical approach during the first week and a more practical approach during the second week: after an introduction focusing on the ICT issues related to language teaching, and after an in-depth analysis of methodological and technical aspects related to the use of media, the module will offer lab activities and teaching practice

 

PROGRAMME

June 19th – June 30th

 

1st day – Monday

9.00 – Welcome greeting at CILTA. Introduction to the Course, presentation of the participants and discussion of their expectations based upon collection of online questionnaires.

– A “getting-to-know-you” session:  pair or group discussion of one or two statements on methodology.

– Showtime: FIRST school video clips, ALTAIR tests video clips. Feedback.

11.00 Coffee Break.

11.30 Theoretical background, bibliographical reference. Distribution of course material.

– What does Web technology offer the language teacher: an overview and online demo’s. Web content – web services – server and client – database technology.

 

2nd day – Tuesday

9.00 – “On-line resources for the development of lexical skills: lexical skills: dictionaries and concordance programs”.

11.00 Coffee Break.

11.30 – “The implementation of multimedia in teaching”. Internet in Class: practical, technological and methodological problems. Objectives and pedagogical strategies.

 

3rd day – Wednesday

9.00 – Songs in Teaching and Learning English: a Multimedia Approach”. Where learning approaches acquisition: songs and computers in the classroom.

11.00 Coffee Break.

11.30 – “Digital Rights issues”: educational licences and Creative Commons.

 

4th day – Thursday

9.00 – ”Basic notions for the production and the use of audio resources on the Internet”.

– Audio; digitalization; compression; audio, player and plug-in formats; streaming.

– The acquisition of audio signals and conversion into numeric formats; most important audio formats, Compression, Players and Plug-ins.

11.00 Coffee break.

11.30 – Streaming, Media production tools, Examples of Quicktime media production.

 

On Thursday afternoon, the lab and a tutor will be available from 15 to 17.30 for trainees
5th day – Friday

9.00 – “The development and integration of audio resources for multimedia language learning on-line”.  Audio editing and media production; multimedia and interactivity; creating and disseminating listening activities on the web: context, motivation, selection of resources.

11.00 Coffee break.

11.30 – Captioning and transcription software.

– Practical session with audio editing and media production.

– Demo and problem-solving session.

 

On Friday afternoon, the lab and a tutor will be available from 15 to 17.30 for trainees

 

6th day – Saturday

Guided tour; cultural itinerary.

 

7th day – Sunday

Free day.

 

8th day – Monday

9.00/13.00 – Introduction to CILTA tutors.

– Presentation of CILTA’s multimedia projects and technological tools for students: ALTAIR, Webclass, ProjectPad…

– Questions, doubts, group feedback session, etc…

 

9th day – Tuesday

9.00/13.00 – Identification of a common project: A Web site integrating multimedia resources; Selection of an individual project; Division of participants into working groups; Identification of a tutor for each working group.

– Media retrieval from copyright-free (copyleft) sites.

– Digital media and personal creativity.

– Sources of audio materials for language teaching. Autonomous media production: tools and skills.

 

10th day – Wednesday

9.00/13.00 – The day will be dedicated to the realization of a presentation and to the autonomous elaboration of the materials.

– Free practice in the labs, with the presence and assistance of a CILTA tutor, with the teaching material introduced during the Course.

 

11th day – Thursday

9.00/13.00 – Improvement and conclusion of individually produced materials.

– Opening of the presentation of the single projects: Groups A and B.

 

12th day – Friday

9.00/13.00 – Class presentation of the single projects realized during the Course: Groups B and C.

– Critical evaluation of the Course.

– Goodbyes.

SOCIAL LUNCH

 

More information

 




 

No votes yet.
Please wait...
  1. Stefania Giorello

    …vedo solo ora questa interessantissima novità  e…penso proprio che ne approfitterò!!! Sono un’insegnante di lettere ed anch’io sono appassionata di blog…
    …quindi…arrivederci!!!

    No votes yet.
    Please wait...
  2. Maria Teresa Panunzio

    Buongiorno, sono una ex-insegnante di informatica e matematica.Ho partecipato per due anni come mentor nel Coderdojo di Biella e la mia prossima iniziativa è relativa a Scratch per dodicenni alla biblioteca dei ragazzi di Biella.Vorrei entrare in contatto con voi.Grazie

    No votes yet.
    Please wait...
  3. maria teresa panunzio

    Buongiorno, sono una ex-insegnante di informatica e matematica.Ho partecipato per due anni come mentor nel Coderdojo di Biella e la mia prossima iniziativa è relativa a Scratch per dodicenni alla biblioteca dei ragazzi di Biella.Vorrei entrare in contatto con voi

    No votes yet.
    Please wait...
  4. come si puo pensare di dare queste informzioni e mettere le TIC all infanzia quando già i bambini sono bombardati da TIC e media fuori dalla scuola. La scuola dev essere un luogo dove i bambini devo fare esperienze dirette non farli rincretinire usando il computer o il tablet o schermi Gia a 4 anni alcuni portano le lenti figuriamoci se anche a scuola li mettiamo davanti a schermi illuminati. La scuola pubblica distruggerà la spontaneità dei bambini se continua cosi. Avremo dei sapientoni con cervelli pieni d informazione ma vuoti di ciò che sono le cose piu semplici e naturali.

    Rating: 2.4/5. From 10 votes.
    Please wait...
    • Gentile Luca,
      concordo con la sua posizione quando afferma che “la scuola deve essere il luogo per far fare esperienze dirette”, soprattutto nella scuola dell’infanzia. Infatti, tale grado di scuola richiede proprio che i bambini imparino a utilizzare tutti i campi di esperienza, come citato nelle Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012. Questo però non esclude che tale esperienze venga fatta ANCHE attraverso le tecnologie. Sottolineo l’ANCHE che non richiede l’ESCLUSIVITA’. Utilizzare solo le ICT all’infanzia sarebbe patetico, oltre che poco funzionale.
      Inoltre mi permetto di fare il punto sulla MODALITA’. Il rapporto 1:1 con il computer non è un modello per la scuola dell’infanzia, dove il gioco ha la priorità. Non è possibile far utilizzare ai bambini dell’infanzia un dispositivo per ognuno. E’ invece possibile utilizzare i dispositivi in gruppo, usare il proiettore, usare il Coding, usare i video (brevi) , usare le immagini, interagire con la tecnologia.
      Il grande compito della scuola oggi è quello di sviluppare competenza digitale, i docenti devono insegnare a utilizzare le ICT con gli aspetti positivi e gli aspetti negativi (si veda il modello di competenza digitale DIGCOMP). Ovviamente ogni età ha una sua struttura cognitiva e i docenti dovrebbero essere formati per capire come le ICT si possono utilizzare in relazione al livello della scuola. A questo proposito si guardi il modello TCPACK: è molto interessante.
      Ultimo appunto: la creatività. Un uso consapevole delle ICT sviluppa creatività. Non si tratta di un uso istruttorio o procedurale ma l’uso creativo (ad esempio il Coding)
      La scuola potrebbe farne a meno e scegliere di non usare le ICT: ma se questi ragazzi non hanno imparano a utilizzare le ICT in modo intelligente a scuola dove altro possono avere occasione di imparare? La scuola dovrebbe essere maestra di vita, anche nelle ICT.
      Che ne pensa?

      Rating: 4.6/5. From 8 votes.
      Please wait...
      • D’accortissimo con lei, quindi posso sviluppare il coding unplugged all’infanzia come “utilizzo” delle TIC.?

        No votes yet.
        Please wait...
        • Mi inserisco nella discussione: per me il coding è e può essere solo plugged!
          Unplugged è qualcos’altro e certamente non ha a che fare con le TIC.
          Coding vuol dire programmare qualcosa: un robot, un tablet un pc, anche un giocattolo educativo programmabile o radiocomandato. ma non la carta e i cartoni!
          Quindi se non ho a che fare con qualcosa di programmabile non posso usare la parola coding.

          Rating: 5.0/5. From 1 vote.
          Please wait...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.