Eric Eldred, padre di Creative Commons insieme a Lawrence Lessig è in Italia per sei settimane. L’occasione è stata colta dallo SLUG (Siena Linux User Group) per invitarlo a dibattere delle strategie di sviluppo delle licenze Creative Commons “CC” in America e in Europa.

Pubblicato lunedì 18 luglio su

[lib align=left type=image]http://www.dschola.it/images/library/stampa.gif[/lib]

Curiosa la storia di questa forma di licenza sul lavoro intellettuale, che prende le mosse dall’idea stessa dei Commons inglesi di inizio 1800, così come ci racconta Eldred in esclusiva per La Stampa durante una pausa della conferenza. I commons, traducibili in italiano più o meno come “beni comuni”, erano storicamente “gli appezzamenti di terreno di pubblica proprietà, che venivano usati per le attività comuni”. Ne rimane un esempio moderno il parco nella città di Boston denominato appunto Boston Common