Concorso dedicato alla libera conoscenza condivisa

L’ Accademia dell’hardware e del software Libero “Adriano Olivetti”
AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico
con Fondazione Enrica Amiotti promuovono il primo concorso dedicato alla libera conoscenza condivisa. Il concorso è rivolto agli studenti delle scuole del Piemonte e Valle d’Aosta che frequentano la scuola primaria o la scuola secondaria di primo e secondo grado.
Gli studenti possono partecipare come istituto, classe, o gruppo informale inviando il loro elaborato entro e non oltre il giorno 1° Aprile 2013.
I bandi specifici sono riservati ai tre gradi di scolarità:
In tutti i casi è richiesto l’utilizzo di strumenti e fonti “open”.


1 – Premio “Enrica Amiotti”[1]
Bando di Concorso per gli studenti della scuola primaria di primo grado che consiste nel produrre un elaborato artistico (testo, disegno, poster, etc.) rappresentante un tema a scelta fra i seguenti:

  • a) il mondo della tecnologia proiettato nei prossimi venti anni; Come immaginate il mondo fra vent’anni: la tecnologia
  • b) il significato del dono oggi ai vostri occhi.

2 – Premio “Ada Byron”[2]
Bando di Concorso per gli studenti della scuola secondaria di primo grado che consiste nel produrre un elaborato artistico con tecnica a scelta (anche multimediale, video, etc.) sul uno dei seguenti temi:

  • a) “La conoscenza condivisa come valore e motore della comunità: riflessioni, considerazioni e prospettive”
  • b) “Etica e tecnologia – sinergia o contraddizioni”
  • oppure
  • c) produrre un elaborato artistico digitale (cortometraggio) di divulgazione su una tematica tecnologica o sociale legata al nostro territorio.

3 – Premio “Adriano Olivetti”[3]
Bando di Concorso per gli studenti della formazione secondaria di secondo grado (superiori) che consiste nel produrre un elaborato artistico digitale (sito web, musica, video, grafica, software, etc.) che tratti un argomento a scelta fra i seguenti:

  • a) un tema legato al territorio piemontese;
  • b) una tematica tecnologica o sociale attinente al mondo olivettiano;
  • c) la “restituzione” ingrediente vitale per la sopravvivenza dell’open source

Gli elaborati artistici dovranno essere realizzati utilizzando esclusivamente tecnologie “open”.
[1] In onore onore della Maestra Enrica Amiotti (1885 – 1961), Maestra elementare del pavese per 47 anni e ispiratrice dell’omonima fondazione dedicata alla scuola primaria.
[2] In onore di Ada Byron, Contessa di Lovelace (1815-1852), prima programmatrice della storia. Scrisse il primo algoritmo per la macchina di Babbage descritto nella traduzione dal francese degli appunti che Luigi Menabrea prese durante la conferenza
che Charles Babbage tenne all’Università di Torino nel 1840.
[3] In onore di Adriano Olivetti (1901-1960) grande ispiratore e pioniere della libera conoscenza condivisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.