Comuni contro il digital divide. “L’Adsl? Per noi è come l’acqua”

Dalle Marche l’idea di fondare una società pubblica. Oltre 40 i paesi coinvolti. L’iniziativa porterà a prezzi molto bassi internet veloce nei centri non raggiunti. Dopo l’esperienza di Verrua Savoia si moltiplicano le iniziative in tutta Italia

Pubblicato venerdì 1 dicembre 2006 su
[lib align=left type=image]http://www.dschola.it/images/library/repubblica_piccolo.gif[/lib]



ROMA – Superare il digital divide, cioè il divario nell’accesso alle nuove tecnologie, dei piccoli comuni nei confronti delle grandi aree urbane e industriali. Nelle Marche ci sta provando una società pubblica, Sic1, che propone alle amministrazioni locali di consorziarsi per fornire a prezzi molto bassi l’accesso a internet ad alta velocità (Adsl) a tutti i cittadini laddove non arrivano le compagnie telefoniche tradizionali. Il problema della scarsa copertura Adsl in alcune zone apre nel nostro Paese ciclicamente discussioni e malumori.

Leggi tutto l’articolo